rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca San Giovanni Valdarno

Minacciava di farsi del male, 30enne salvata dai carabinieri

La donna, badante di un anziano, era precipitata in uno stato di "agitazione psichica" e minacciava di farsi del male

Delicato intervento dei carabinieri di San Giovanni Valdarno. Durante la scorsa notte sono dovuti intervenire in un'abitazione dove una donna "era precipitata in un accentuato stato di agitazione psichica". Si tratta di una 30enne di origine straniera, collaboratrice domestica presso la casa di un anziano. La segnalazione è arrivata alla centrale attraverso una telefonata che raccontava la presenza di una donna all'interno di un'abitazione al terzo piano di un palazzo di San Giovanni, che minacciava di compiere un gesto estremo gettandosi dalla finestra.

Giunti sul luogo, i Carabinieri hanno trovato la donna, per motivi ancora da chiarire, in un accentuato stato di agitazione psichica, ma che poi era stata apparentemente ricondotta alla calma grazie anche all’intervento di alcuni vicini.

La stessa si trovava in bagno, quando, improvvisamente, ha dato nuovi segni di escandenscenza e la volontà di farsi del male tagliandosi con un bicchiere rotto. I militari l'hanno fermata in tempo, mentre i vetri sono stati portati via. La donna finalmente si è calmata anche grazie all'intervento dei vigili del fuoco e del personale sanitario.  La 30enne, pur non versando in condizioni gravi, è stata trasportata in ospedale, sempre “scortata” dalla gazzella dell’Arma, per i controlli e il supporto psicologico del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciava di farsi del male, 30enne salvata dai carabinieri

ArezzoNotizie è in caricamento