Donna muore in incidente stradale. Marito accusato di stalking: "Tormentava la figlia dell'investitore"

Si è svolta questa mattina all'interno del tribunale di Arezzo la prima udienza del caso che vede un 71enne aretino accusato di stalking. Un episodio singolare quanto triste, avvenuto nell'estate del 2013 che affonda le proprie radici nella...

Tribunale-Vela

Si è svolta questa mattina all'interno del tribunale di Arezzo la prima udienza del caso che vede un 71enne aretino accusato di stalking.

Un episodio singolare quanto triste, avvenuto nell'estate del 2013 che affonda le proprie radici nella tragica morte della moglie del 71enne, deceduta in un incidente stradale dopo essere stata investita da un 80enne. Una ferita profonda e dalla quale il vedovo non si è mai ripreso fin tanto da trasformare la propria disperazione in un atteggiamento vessatorio nei confronti della figlia dell'automobilista coinvolto nell'incidente.

Convinto infatti che l'uomo alla guida dell'auto che ha provocato la morte della moglie non fosse in grado di guidare sia dal punto di vista fisico sia per il fatto che in precedenza era già stato protagonista di un episodio analogo.

La sete di giustizia dell'uomo, difeso dall'avvocato Marco Santoni, si è però trasformata in ossessione e dal dicembre 2013 fino al 2015 è stato l'autore di un atteggiamento particolarmente pesante nei confronti della figlia dell'80enne, un'avvocatessa del foro di Arezzo.

La donna infatti è stata a sua volta vittima di oltre un anno e mezzo di stalking e persecuzioni. Post su Facebook, minacce, appostamenti davanti a casa, insulti. Fin tanto da portarla a denunciare il 71enne.

Questa mattina i fatti sono stati ripercorsi davanti al giudice del tribunale di Arezzo Marco Lombardo e al pm Nicacci. E' stata proprio l'avvocatessa vittima di atti persecutori a riportare la propria verità e ricostruire come, dal decesso della moglie e sino a due anni fa, il 71enne abbia fatto di tutto per "renderle la vita un inferno, rifiutandosi di accettare non solo le scuse ma anche il dolore dell'altra famiglia coinvolta nell'episodio".

Un'udienza fiume che è andata avanti per buona parte della mattinata e che si è conclusa con la sola audizione della donna, costituitasi parte civile nel procedimento e al cui fianco c'è l'avvocato Alessandro Serafini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di fatto, durante l'udienza sono stati ricostruiti nel dettaglio i post diffamatori scritti dall'imputato su Facebook e i tanti appostamenti davanti all'abitazione della donna.

Il procedimento è stato aggiornato al 22 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Si inclina un silos con 900 tonnellate di cemento, il sindaco: "Se collassa, ci sarà una nube. Restate in casa"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento