L'aretino Giani potrebbe dire addio alla Gendarmeria Vaticana. In bilico a causa di una fuga di notizie

Una "soffiata" alla stampa con la foto di un documento siglato da Giani avrebbe portato ad una procedura per verificare quanto accaduto

Domenico Giani potrebbe essere avvicendato nel suo incarico a capo della Gendarmeria Vaticana. E' questa l'ipotesi avanzata questa mattina da Corriere della Sera, che parla di una procedura avviata in seguito alla indagine sulle operazioni finanziarie intraprese da alcuni uffici della Segreteria di Stato. Giani, da 13 anni al comando della Gendarmeria - ha condotto le indagini con lo scrupolo, il rigore e le capacità che lo contraddistinguono. Durante gli accertamenti però ci sarebbe stata una "soffiata" alla stampa che non sarebbe stata gradita in Vaticano. 

Secondo Corriere della Sera infatti la pubblicazione da parte del settimanale L'Espresso dell’immagine di una nota interna firmata da Giani avrebbe creato una situazione di imbarazzo per il Vaticano. La nota infatti riportava le foto delle cinque persone finite sotto indagine e la disposizione di vieteare loro l'ingresso in Vaticano in assenza di una autorizzazione della magistratura vaticana. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pare che Papa Francesco non abbia gradito questa fuoriuscita di notizie e soprattutto non ha gradito  il fatto che le 5 persone siano state esposte pubblicamente. In seguito all'episodio ci sarebbe stato anche - riporta Corsera - un incontro tra il Santo Padre e Giani, nel quale sarebbe emerso il disappunto di Bergoglio. Giani non sarebbe additato come autore della "soffiata" - pare che nessuno pensi questo in ambienti vaticani - piuttosto gli verrebbe contestata una omessa vigilanza. Il comandante adesso consegnerà una relazione sull'episodio per spiegare cosa è accaduto. Mentre le voci sul suo avvicendamento si fanno ogni giorno più insistenti e si parlerebbe di spostamento dell'aretino ad un altro - prestigioso - incarico, lui - riporta il Corriere della Sera - si è detto "provato e amareggiato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento