Cronaca

Viaggia con 50 quintali di batterie al piombo. Scatta la denuncia per gestione illecita di rifiuti pericolosi

Arezzo, sorpreso e sequestrato trasporto di rifiuti speciali pericolosi

Sono stati i carabinieri forestali di Arezzo, durante un normale controllo di polizia stradale, a denunciare il titolare di una società di autodemolizioni dell'aretino per gestione illecita di rifiuti pericolosi.
Stanto a quanto reso noto dai militari, il rappresentante della ditta, rischia anche l'arresto e un'ammenda fino a 26mila euro.

Ma procediamo con ordine.
Nella giornata di ieri i carabinieri forestali aretini, durante un normale controllo di polizia stradale, hanno imposto l'alt ad un camion che transitava nella zona dello stadio comunale diretto in Valtiberina. Il mezzo trasportava 50 quintali circa di rifiuti speciali pericolosi costituiti da batterie al piombo.
Al momento del controllo i militari dopo aver eseguito un primo esame documentale apparentemente regolare hanno deciso di approfondire gli accertamenti per risalire alla provenienza degli accumulatori esausti e, a tal fine, hanno chiesto l'ausilio al pool ambiente della Procura di Arezzo.

Questi ultimi hanno approfondito le verifiche presso l’impianto di provenienza dei rifiuti accertando che le gli accumulatori presi in carico erano senza formulario e senza alcuna annotazione nel registro di carico dei rifiuti "e pertanto in nero".

E’ stato immediatamente eseguito il sequestro penale dei rifiuti e il legale rappresentante dell’autodemolizioni deferito. 

"Se i Forestali non fossero intervenuti bloccando il carico illecito prima che giungesse a destinazione questo sarebbe stato definitivamente smaltito al di fuori di ogni tracciabilità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggia con 50 quintali di batterie al piombo. Scatta la denuncia per gestione illecita di rifiuti pericolosi

ArezzoNotizie è in caricamento