Cronaca

Il pacco del decoder Tim Vision. "Non lo hai chiesto, ma ti arriva a casa. E lo paghi in bolletta"

La denuncia di una 33enne residente ad Arezzo dopo la sottoscrizione di un abbonamento internet

Un pacco non richiesto, ritirato e con dentro una sorpresa non gradita. Un decoder Tim Vision per i televisori non smart, ovvero quelli di vecchia generazione. E' quello che è capitato a una 33enne residente ad Arezzo, neo abbonata al servizio Tim domestico internet + telefono, pacchetto all'interno del quale è compresa anche l'offerta televisiva di Tim Vision, con alcuni film e serie tv on demand. Dopo alcuni giorni che il servizio è stato attivato, però, la donna si è vista recapitare a casa propria un pacco, non richiesto, che però ha accettato, pensando si trattasse di uno strumento compreso nell'abbonamento appena sottoscritto o comunque necessario al buon funzionamento del sistema. Invece no.

Il decoder per tv non smart

All'interno del pacco, c'era il decoder, assolutamente inutile per le esigenze dell'abbonata. "Il fattorino - racconta - mi aveva messo in guardia: 'Guardi che molti non lo ritirano e lo mandano indietro'. Ma io pensavo fosse un apparecchio importante". E invece, aprendo la scatola, l'arcano è stato svelato. Quel pacchetto, ritirato, sarebbe costato 3 euro in più al mese in bolletta (2,99 per l'esattezza): ecco il prezzo per il comodato d'uso dell'inutile strumento, non avendo in casa televisioni di vecchia generazione a cui collegarlo.

Casi frequenti

A conferma delle parole del fattorino ci sono numerosi casi del genere segnalati in Rete:

Ti è mai capitato - dicono da Disserviziotelefonico.com - di ordinare una pizza a domicilio e, al momento della consegna, ti viene recapitato un prodotto in più che non hai mai richiesto e che sei costretto ingiustamente a pagare? Bene, è praticamente quello che è incredibilmente successo, in forma metaforica, a molti clienti Tim in seguito alla loro adesione ad un’offerta telefono e internet con lo stesso gestore telefonico. 

Pacco rispedito al mittente

E così la 33enne ha deciso di rispedire al mittente l'inatteso e sgradito oggetto. "Ho perso una mattinata di lavoro, mi sono dovuta recare all'ufficio postale e rispedire al mittente il decoder, pagando 12,90 euro. Non solo, hanno preteso di ricevere un fax con la ricevuta dell'avvenuta spedizione. Soltanto così, mi hanno riferito, mi avrebbero restituito i soldi". E adesso non resta che aspettare la prima bolletta per vedere se il denaro sarà effettivamente scalato dal totale da pagare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pacco del decoder Tim Vision. "Non lo hai chiesto, ma ti arriva a casa. E lo paghi in bolletta"

ArezzoNotizie è in caricamento