rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Davide Pecorelli indagato per ricettazione: "Le monete d'oro? Potrebbero essere state rubate"

Il 45enne, ex arbitro della sezione aretina, è stato raggiunto da una notifica della procura della Repubblica di Grosseto

Dopo la denuncia per sostituzione di persona arriva anche quella per ricettazione. Acque mosse all'orizzonte per Davide Pecorelli, l'imprenditore residente a San Giustino Umbro scomparso lo scorso gennaio e ritrovato qualche settimana fa a largo delle coste dell'isola di Montecristo. Il 45enne, ex arbitro della sezione aretina, è stato raggiunto da una notifica della procura della Repubblica di Grosseto con la quale viene informato dell'avvio dell'inchiesta nei suoi confronti per ricettazione delle monete d’oro rubate nel 2019 a San Mamiliano di Sovana. Un tesoro in piena regola visto che il valore stimato si aggirerebbe attorno ai 400mila euro.

Secondo quanto sarebbe emerso nelle ultime indagini, come riporta La Nazione di Arezzo, quello ritrovato all'interno della camera d'albergo di Pecorelli potrebbe essere il cosidetto tesoro di San Mamiliano, collezione di circa 500 monete d’oro ritrovato in una chiesetta di Sovana, nel Grossetano, nel 2004. Negli anni successivi al suo rinvenimento parte della collezione sarebbe stata trafugata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Davide Pecorelli indagato per ricettazione: "Le monete d'oro? Potrebbero essere state rubate"

ArezzoNotizie è in caricamento