rotate-mobile
Cronaca Sansepolcro

Daspo urbano per il minorenne che ha devastato il centro storico

I danneggiamenti erano avvenuti all'alba di domenica a Sansepolcro. Il 17enne non potrà più entrare in bar ed esercizi pubblici per un anno

Daspo urbano per il minorenne responsabile dei gravissimi atti vandalici avvenuti all'alba di domenica 14 gennaio nel centro storico di Sansepolcro. Il provvedimento è stato preso da Maria Luisa Di Lorenzo, questore di Arezzo. Il ragazzo protagonista, un 17enne, dopo aver abusato di alcolici nel corso del sabato sera aveva rovesciato cassonetti, distrutto fioriere, devastato pertinenze dei locali, recato danni ad abitazioni ed esercizi commerciali da piazza Torre di Berta a via Aggiunti, da via XX Settembre all’area di Porta Fiorentina.

I danni a Sansepolcro

L'intervento delle forze dell'ordine

Il 17enne era stato rintracciato alle prime ore della mattinata in forte stato di ebbrezza alcolica dai carabinieri della stazione di Monterchi e di quelli del nucleo forestale di Sansepolcro, chiamati a intervenire dopo le numerose segnalazioni dei cittadini che - messi in allarme dai rumori in strada - erano sgomenti per quello che stava accadendo. La divisione Anticrimine della questura, diretta dal vicequestore Claudia Famà, assieme ai carabinieri che hanno proceduto per i fatti di rilievo penale, ha raccolto gli atti riferiti all’episodio: "dalla disamina è emerso chiaramente che le condotte sopra descritte potessero costituire un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica", dicono dalla questura.

Niente più locali pubblici per un anno

E così, per la durata di un anno, in base al provvedimento, il minorenne non potrà avere accesso ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico intrattenimento situati nel centro storico di Sansepolcro e neppure fermarsi e sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo urbano per il minorenne che ha devastato il centro storico

ArezzoNotizie è in caricamento