menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il fienile crollato? Un'immagine devastante". Il racconto di Carlotta Mangione, che a 11 anni era sul quel set con Benigni

"Ricordo il set, l'allestimento e tutto il movimento che c'era dietro. E poi la luce: eravamo nel mese di giugno, era caldo e le giornate erano lunghe. C'era sempre qualcuno nei momenti di pausa che mi riparava dal sole con un ombrello. Adesso vedere quella foto, così triste e tetra, è stato un colpo". 

"Nei miei ricordi resterà un luogo speciale: luminoso e vivace, bellissimo. L'immagine del crollo è devastante". Così Carlotta Mangione, attrice aretina che appena undicenne interpretò un piccolo ma incisivo ruolo ne La Vita è Bella, commenta la notizia del crollo del fienile dove fu girata la celebre scena del "Buongiorno Principessa". Quella scena vede Carlotta comparire in un angolo. 

E' crollato il fienile di "Buongiorno Principessa", scena cult de La vita è bella

"Dietro a quei momenti c'era tanto lavoro e ai miei occhi di 11enne catapultata nel mondo del cinema quel luogo apparve subito speciale - racconta - . Ricordo il set, l'allestimento e tutto il movimento che c'era dietro. Ovvero la zona dove mangiavamo, la posizione delle macchine da presa. E poi la luce: eravamo nel mese di giugno, era caldo e le giornate erano lunghe. C'era sempre qualcuno nei momenti di pausa che mi riparava dal sole con un ombrello. Adesso vedere quella foto, così triste e tetra, è stato un colpo". 

Carlotta non è più tornata a vistare quel casolare: resterà nella sua memoria quel luogo magico dove ha vissuto un'esperienza incredibile. Attrice professionista adesso come tutti i suoi colleghi sta affrontando un momento delicatissimo per il mondo dello spettacolo e del teatro in particolar modo. 

carlotta mangione ieri e oggi-2

A 11 anni nel set della Vita è bella: il racconto di Carlotta Mangione

"Ho cercato di cogliere il lato positivo di questa situazione e sono tornata a studiare. Mi sono iscritta ad un master di alta formazione del Teatro Due di Parma. Ho deciso di rendere questa pausa forzata un momento di arricchimento. Il teatro è contatto, comunicazione e condivisione con il pubblico. In questi mesi abbiamo visto annullata la sua funzione principale. Ma torneremo. Speriamo presto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

social

'Che sarà', il brano ispirato a Cortona che arrivò secondo a Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Le borse più belle del 2021

  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento