Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Crac Etruria, di nuovo in aula. 2.500 richieste di parte civile in attesa. Giornalisti ancora alla sbarra

Si ritorna nuovamente in aula. E' in calendario per questa mattina il nuovo passaggio tecnico riguardante il processo sul crac di Banca Etruria. E si riparte proprio da dove il tutto si era interrotto ad inizio mese ovvero sull'ammissione (o no)...

processo-etruria

Si ritorna nuovamente in aula.
E' in calendario per questa mattina il nuovo passaggio tecnico riguardante il processo sul crac di Banca Etruria.
E si riparte proprio da dove il tutto si era interrotto ad inizio mese ovvero sull'ammissione (o no) delle 2.500 richieste di parte civile presentate da diversi soggetti.

Ancora una volta ai giornalisti è stato interdetto l'accesso alla Vela.

Il 2 novembre scorso dopo cinque ore di udienza i legali della difesa avevano depositato delle memorie con le quali viene chiesto di non ammettere gli obbligazionisti poiché questi ultimi sarebbero rappresentati dal liquidatore Giuseppe Santoni.
Una richiesta che sarà al centro della giornata di oggi durante la quale il Gup Borraccia deciderà di accettare o meno la richiesta presentata.
Quanti saranno dunque coloro che verranno ammessi come parte di civile in questo procedimento che porta nuovamente in aula i vertici della ex Bpel?
La risposta a questa domanda arriverà con ogni probabilità nella giornata di oggi e in base alle scelte del Gup c'è da attendersi delle reazioni da parte del popolo dei risparmiatori azzerati.

Il maggior numero di richieste di costituzione di parte civile è relativo proprio agli azzerati ed è stato presentato da associazioni di consumatori. Nel dettaglio: Federconsumatori ne ha inoltrate più di 1500; Confconsumatori ne ha 204, l'avvocato Riziero Angeletti ha presentato 160 richieste (divise in due trance) in rappresentanza di un gruppo di azionisti.

Questa mattina, puntuali all'appuntamento sono arrivati gli obbligazionisti e gli azionisti azzerati. Un gruppo aretino e uno di Empoli. Notevole lo spiegamento di forze dell'ordine.

Ancora una volta i giornalisti sono stati allontanati dall'interno della Vela dove si sta celebrando l'udienza. Una disposizione del tribunale di Arezzo, sulla quale stanno vigilando gli agenti dl Polizia di Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Etruria, di nuovo in aula. 2.500 richieste di parte civile in attesa. Giornalisti ancora alla sbarra

ArezzoNotizie è in caricamento