Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Crac Banca Etruria, la parola alle difese dei 27 imputati

La parola adesso passa ai legali della difesa. Si apre questa mattina una nuova udienza del processo per il crac di Banca Etruria. Dopo le richieste di rinvio a giudizio del pm Andrea Claudiani per 27 imputati ( in quattro hanno chiesto il rito...

tribunale bpe

La parola adesso passa ai legali della difesa. Si apre questa mattina una nuova udienza del processo per il crac di Banca Etruria. Dopo le richieste di rinvio a giudizio del pm Andrea Claudiani per 27 imputati ( in quattro hanno chiesto il rito abbreviato, ovvero l'ex presidente Giuseppe Fornasari, l'ex direttore generale Luca Bronchi, l'ex vicepresidente Alfredo Berni e l'ex consigliere Rossano Soldini, quest'ultimo l'unico ad essere imputato di bancarotta semplice) e dopo le richieste della parti civili, iniziano oggi le arringhe delle difese. Una fase di questa lunghissima udienza preliminare probabilmente destinata ad essere rinviata, visto il numero degli imputanti, e quindi dei legali, che prenderanno parola.

L'udienza di questa mattina è il proseguimento del procedimento che vede riuniti 4 filoni d'inchiesta: quello per bancarotta. quello che bancarotta bis, la vicenda legata alla liquidazione dell'ex dg Bronchi e quella relativa alle responsabilità dei sindaci revisori. I 27 imputati sono ex membri del cda ed ex dirigenti della banca.

Nell'ultima udienza, celebrata lo scorso 24 gennaio di fronte al gup Borraccia, è stata la volta delle parti civili: ben 2500 ammesse, tra le quali spicca il liquidatore Giuseppe Santoni, rappresentato in aula dall'avvocato Giacomo Satta (per i due procedimenti inerenti la bancarotta). Tutti si sono associati alle richieste del pm, chiedendo il rinvio a giudizio.

Adesso starà ai legali delle difese, con le loro arringhe, chiedere che il processo non si celebri. Il gup deciderà nelle prossime udienze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Banca Etruria, la parola alle difese dei 27 imputati

ArezzoNotizie è in caricamento