Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Crac Banca Etruria, il giorno delle parti civili. Le richieste degli oltre 2mila azzerati e di Santoni

Crac di Banca Etruria, la parola nel processo per bancarotta passa oggi alle parti civili. Il pma Andrea Claudiani nell'ultima udienze, dopo tre ore e mezza di requisitoria ha chiesto una lunga serie rinvii a giudizio (27 in tutto), mentre quattro...

tribunale-bancaetruria-udienza-risparmiatori-20

Crac di Banca Etruria, la parola nel processo per bancarotta passa oggi alle parti civili. Il pma Andrea Claudiani nell'ultima udienze, dopo tre ore e mezza di requisitoria ha chiesto una lunga serie rinvii a giudizio (27 in tutto), mentre quattro imputati hanno optato per il rito abbreviato. Sono stati i legali di Giuseppe Fornasari, Luca Bronchi e Rossano Soldini (quest'ultimo accusato di bancarotta semplice) ha inoltrato la richiesta di rito abbreviato (procedimento che prevede lo sconto di un terzo della pena, celebrato allo stato degli atti, con quanto è stato acquisito dalla Procura), mentre il legale di Alfredo Berni ha chiesto il rito abbreviato condizionato. Per questi quattro imputati, il pm potrebbe formulare istanze di prova contraria.

Oggi sarà la volta delle parti civili e quindi, ma non nell'udienza odierna, quella della difesa. La discussione era prevista nell'udienza del prossimo 30 gennaio, ma è probabile che sia necessaria una nuova calendarizzazione.

A costituirsi parte civile sono state oltre 2mila persone. Particolarmente atteso l'intervento del legale del liquidatore di BancaEtruria Santoni, l'avvocato Giacomo Satta, che oltre ad associarsi a quanto richiesto dal pm - ovvero i rinvii a giudizio - potrebbe inoltrare altre richieste.

Il pm Claudiani con la sua requisitoria lo scorso novembre si è calato nei dettagli per spiegare il "sistema Banca Etruria" dei finanziamenti, portando alcuni esempi eclatanti. Già a termine dell'udienza le parti civili si erano dette soddisfatte e avevano avvertito " l'eco della loro voce in questa discussione, tecnicamente lodevole, ma anche accalorata".

"Nella scorsa udienza - dice l'avvocato Riziero Angeletti che rappresenta un foltissimo gruppo di azionisti - il pm ha garantito tutti, non solo con le parole pronunciate in aula, ma anche producendo e consegnando una corposa memoria. E' mia intenzione quindi, con un breve intervento, aggiungere una voce a quanto già sostenuto dal pm".

Sulle richieste di giudizio immediato il gup Giampiero Borraccia si pronuncerà al termine delle arringhe dei difensori e quindi non prima di febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Banca Etruria, il giorno delle parti civili. Le richieste degli oltre 2mila azzerati e di Santoni

ArezzoNotizie è in caricamento