Crac Banca Etruria, la parola alla difesa di Bronchi. E i truffati scendono di nuovo in piazza

Torna a scendere in piazza e a manifestare l’associazione Vittime del Salvabanche, che questa mattina alle 10 sarà di fronte all'ex sede storica dell'istituto, in Corso Italia.

La parola questa mattina passa ai legali difensori di Luca Bronchi ex direttore generale di Banca Etruria. Si avvia alla conclusione la lunghissima udienza preliminare per il crac dell'istituto di credito aretino. Il gip Giampiero Borraccia dovrà decidere su quattro richieste di rito abbreviato e sulle richieste di rinvio a giudizio per gli altri imputati. 

E proprio in occasione di questa nuova udienza si mobilita il popolo dei risparmiatori. Torna a scendere in piazza e a manifestare l’associazione Vittime del Salvabanche, che questa mattina alle 10 sarà di fronte all'ex sede storica dell'istituto, in Corso Italia. Qui si terrà un breve sit in e poi si svolgerà un corteo fino al tribunale di Arezzo. 

"Sarà con noi - spiega l'associazione in una nota - anche l'ex senatore Andrea Augello, che durante la scorsa commissione parlamentare d'inchiesta sulle Banche ha tirato fuori tutti i retroscena tra politica e banche, che hanno trovato spazio in tutte le prime pagine dei giornali nazionali.

Dopo tre anni nessuna sentenza, nessuna giustizia. Rimborsi parziali, e nessuna garanzia. Non solo. Nel banco degli imputati mancano i due grandi resposabili del disastro: Consob e Banca d'Italia."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solidali con l'associazione Vittime del Salvabanche anche i risparmiatori di "Noi chge credevamo nella Bèvi e in VBanca", che dal veneto accorreranno ad Arezzo per partecipare alla manifestazione di protesta: "Dato il momento storico che i processi per i presunti colpevoli dei crack delle banche italiane stanno vivendo - spiegano i risparmiatori -  è giusto tenere accesa la fiamma della verità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento