menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, nuova impennata di casi: in Toscana quasi mille in un giorno. Incubo zona rossa

Domani la cabina di regia dovrebbe confermare la zona arancione, ma se il trend di crescita dei contagi proseguisse con questo ritmo, la prossima settimana la Toscana potrebbe rischiare una retrocessione. Varianti nel mirino

Un nuovo picco di contagi in Toscana. Dopo settimane virtuose, il dato odierno - già comunicato dal presidente della Regione Eugenio Giani - desta preoccupazione. Si sfiorano infatti i mille contagi: per la precisione, si legge nel post facebook del governatore, "i nuovi casi registrati in Toscana sono 956 su 21.027 test di cui 12.902 tamponi molecolari e 8.125 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,55% (8,5% sulle prime diagnosi)."

Il rischio adesso è che da zona arancione, la regione retroceda a zona rossa. I timori sono legati all'incremento dell'indice Rt che, come riporta il Corriere Fiorentino, sarebbe salito a 1,20: un dato molto prossimo a quella che è la soglia per far scattare la zona rossa, ovvero 1,25.

Il bollettino delle ultime 24 ore

Anche nell'Aretino i contagi hanno avuto un'impennata. Ieri sono stati 80: il doppio rispetto al giorno precedente. Venti casi sono stati rilevati solo nel comune di Arezzo. Il sindaco Alessandro Ghinelli ha commentato con apprensione questi dati, parlando di un "numero importante" che dimostra come "la diffusione del virus non accenni a regredire". 

Ma come interpretare questo aumento dei contagi? Secondo l’Agenzia regionale di Sanità sulla crescita potrebbero aver avuto influito le varianti del virus. In particolare quella brasiliana, emersa tra l'Umbria e l'Aretino, in particolare in Valtiberina , e quella inglese, che sarebbe invece diffusa in tutto il territorio regionale. 

Domani la nuova cabina di regia

Domani, come ogni venerdì, si riunirà la cabina di regia del ministero della Salute. Per la Toscana si prospetta una nuova settimana in zona arancione (anche perché saranno analizzati i dati di 7 giorni fa), ma se il trend dei contagi non si invertisse entro venerdì 26 febbraio si potrebbero prospettare due scenari: o restare altre due settimane in zona arancione o, addirittura, retrocedere in zona rossa. A sottolineare la delicatezza della situazione ci sono anche i dati della la Fondazione Gimbe, secondo i quali la Toscana è solo al nono posto in Italia, con una percentuale di incremento dei positivi pari al 3,5% settimanale, che è sopra la media italiana. Negli ultimi 14 giorni inoltre il tasso di nuovi contagi abitanti è balzato a quasi 250 ogni 100 mila , quando a gennaio era appena sopra i 150.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento