Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Covid, impennata di contagi a Sansepolcro: è screening di massa. Casi di varianti nell'Aretino

La decisione è stata presa nel pomeriggio, a seguito di serrati confronti tra istituzioni, con l’obiettivo di analizzare la situazione e l’evoluzione della pandemia a Sansepolcro. Asl dispone accertamenti sui tamponi: primi casi di variante inglese e brasiliana

Sei nuovi casi oggi, sette ieri e l'ombra delle varianti del coronavirus che si allunga sulla Valtiberina e sul resto della provincia. Dopo una giornata di incontri, valutazioni e riflessioni, il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli questa sera ha dato l'annuncio: "Martedì prossimo partirà lo screening di massa a Sansepolcro, con il progetto regionale “Territori sicuri”.

La decisione è stata presa nel pomeriggio, a seguito di serrati confronti tra istituzioni, con l’obiettivo di analizzare la situazione e l’evoluzione della pandemia a Sansepolcro.

Lo screening, i cui dettagli saranno diffusi nei prossimi giorni, è promosso dalla Regione Toscana con Anci, Upi, Misericordie, Pubbliche Assistenze Riunite e Croce Rossa Italiana, insieme agli operatori sanitari, la medicina generale e la pediatria di famiglia, oltre ad Ars Toscana, alle Asl e con il sostegno del Comune.

A Sansepolcro i nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 6, come comunicato ufficialmente dalla Asl. Ieri erano stati 7, lunedì 4 e la settimana scorsa 16. Una escalation che ha messo in allerta le istituzioni e il primo cittadino. 

"Siamo in contatto costante con Prefettura, Azienda sanitaria e Regione Toscana – dichiara Cornioli - Stiamo monitorando con attenzione la situazione. Nelle prossime ore saranno intensificati i controlli. I casi stanno crescendo e per evitare la zona rossa dobbiamo scongiurare gli assembramenti e i comportamenti a rischio. La raccomandazione per tutti è quindi di collaborare in questo senso, di rispettare le regole e di uscire solo per necessità. E’ il momento davvero di dimostrare il senso civico di Sansepolcro. Tutto ciò che verrà deciso, sarà frutto di una condivisione tra istituzioni. Procediamo compatti nell’interesse dei cittadini e della salute pubblica. Ognuno faccia la sua parte".

Varianti e approfondimenti sui tamponi

Intanto la Asl Toscana sud est ha deciso di svolgere approfondimenti sui primi casi di varianti emersi  nell'Aretino. Due casi sarebbero relativi al persone della Valtiberina, il terzo ad un aretino: ad accomunarli il legame che queste persone avrebbero con l'Umbria.  Si tratta di un caso - forse due - di variante brasiliana e uno di variante inglese.

"L'azienda sanitaria - si legge in una nota - ha perciò inviato al laboratorio di Siena alcuni tamponi che ha valutato necessari di ulteriori accertamenti. Due casi appaiono sicuri, un terzo caso potrebbe essere ascritto alla variante brasiliana.  Le tre persone si trovano adesso ricoverate nella degenza Covid dell'ospedale San Donato. Uno è della zona aretina ed ha avuto contatti di lavoro con l’Umbria e gli altri risiedono in località limitrofe alla stessa Umbria. Per tutti sono state attivate le procedure di tracciamento dei loro contatti che sono ancora più severi e più stringenti come da circolare ministeriale sulle varianti Covid".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, impennata di contagi a Sansepolcro: è screening di massa. Casi di varianti nell'Aretino

ArezzoNotizie è in caricamento