menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid tra i banchi di scuola: quasi 280 bambini e ragazzi contagiati da inizio gennaio. I dati aretini

Nel comune di Arezzo, città più popolosa e dove si concentra anche il numero maggiore di scuole, nella settimana che si è conclusa il 14 febbraio, ci sono stati 13 nuovi casi. Nella stessa settimana cinque contagi si sono avuti a Cortona e 7 a Sansepolcro

Sei settimane di monitoraggio e 279 casi di covid accertati. Sono quelli emersi nelle scuole della provincia di Arezzo ed evidenziati con il progetto regionale "Scuole sicure" (consultabile all'indirizzo https://www.regione.toscana.it/-/scuole-sicure).

Il monitoraggio mostra la diffusione del virus, settimana per settimana, dal 4 gennaio al 14 febbraio, dai nidi alle scuole superiori. Nell'Aretino dunque si sfiorano le 280 unità. I più numerosi sono i ragazzi delle superiori, tra i quali, i positivi toccano quota 116. Alle medie sono stati registrati 48 casi, 64 alle elementari, 30 alla scuola dell'infanzia e 21 nei nidi. Numeri dietro ai quali ci sono famiglie e classi in quarantena, didattica a distanza, apprensione ad ogni starnuto o colpo di tosse. 

Sono numeri che sembrano destinati a salire: nelle ultime due settimane, infatti, alcune scuole della provincia sono state chiuse, come le due materne del comune di Marciano, mentre le classi e le sezioni in quarantena si sono moltiplicate (vedi la scuola media di Marciano con tutte le classi in quarantena per una insegnante positiva). E proprio per frenare la diffusione del virus ci sono state prese di posizione molto forti, come quella del sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli che ha deciso di chiudere le scuole di ogni ordine e grado fino al 1° marzo.

casi covid scuole-2

In termini percentuali rispetto al totale dei contagiati della provincia, i ragazzi tra i 0 e i 18 anni hanno rappresentato dal 10 al 17 per cento dei nuovi casi. E in rapporto alla fascia d'età, i positivi sono passati dal 9 per cento della prima settimana di monitoraggio al 3,29 della più recente.

I contagi nel comune di Arezzo

Nel comune di Arezzo, città più popolosa e dove si concentra anche il numero maggiore di scuole, nella settimana che si è conclusa il 14 febbraio, ci sono stati 13 nuovi casi. Nella stessa settimana cinque contagi si sono avuti a Cortona e 7 a Sansepolcro. In questi due comuni i casi positivi potrebbero essere legati ai contatti con l'Umbria che in quei giorni era in piena zona rossa e stava iniziando a fare i conti con le temute varianti. 

La settimana precendente i casi ad Arezzo sono stati 10, in quella di fine gennaio 12, 17 sono emersi tra il 18 e il 20 gennaio, 6 e 8 nelle prime due settimane di monitoraggio, che hanno coinciso con il rientro a scuola dopo le vacanze natalizie e la concomitante zona rossa. 

Personale scolastico

E i docenti? Il monitoraggio prende in considerazione un lasso di tempo maggiore: dal 14 settembre, giorno di apertura delle scuole, al 14 febbraio. Nel solo comune di Arezzo i docenti risultati positivi sono stati 105 ai quali si aggiunge il personale non docente presente con altri 9 casi. In totale 114 casi e ben 1876 contatti posti in quarantena.

I contagi in Toscana

In tutta la Toscana i contagi dei ragazzi in età scolare - sempre nelle settimane dal 4 gennaio al 14 febbraio - sono stati 2823. Ben 1022 gli studenti delle superiori risultati positivi ai test, 566 quelli delle medie, 721 quelli delle elementari, 347 quelli delle scuole dell'infanzia e 167 i piccoli dei nidi.

“La nostra Regione - commenta il presidente Eugenio Giani - è, e sarà, sempre vicina al mondo della scuola e insieme ad essa impegnata in prima linea per favorire tutte le condizioni necessarie per garantire l’istruzione dei nostri ragazzi in presenza. Non sottovalutiamo le insidie di una pandemia, che non ci dà tregua. Stiamo facendo il massimo con ogni mezzo possibile, per rafforzare la campagna di screening in ambito scolastico, ma anche nei territori più a rischio. La vaccinazione è un altro importante strumento su cui stiamo investendo energie e personale dedicato senza risparmiarci. I risultati che registriamo testimoniano il grande sforzo dell’intera comunità toscana, decisa a superare quanto prima questo momento così difficile. La strada da seguire, tutti insieme, è questa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento