menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strade piene, tanti aretini in centro. Così il sabato pomeriggio aretino

La voglia di libertà sembra aver fatto da padrona, anche se di fatto non si sarebbero verificate criticità tali sia nei parchi sia nel centro storico, da portare a multe o sanzioni da parte delle forze dell'ordine

In corso Italia, nelle piazze del centro storico, in fila per entrare nei negozi. Complice la bella giornata - nonostante le temperature non proprio primaverili - tanti aretini ieri pomeriggio si sono riversati nel centro storico. Ragazzi, giovani sopratutto. L'aumento dei controlli e l'annuncio del ritorno all'uso del drone per contrastare gli assembramenti non sembrano aver dissuaso gli aretini. E così tanti giovanissimi, da una settimana a lezione in didattica a distanza, si sono ritrovati nelle strade cittadine. 

La voglia di libertà sembra aver fatto da padrona, anche se di fatto non si sarebbero verificate criticità tali, sia nei parchi sia nel centro storico, da portare a multe o sanzioni da parte delle forze dell'ordine.

Eppure nell'Arezzo in bilico tra la zona arancione - lo sarà per tutta la settimana - e la zona rossa, abbassare la guardia (e la mascherina) può essere rischiosissimo. I numeri non sono dalla parte della città, anzi. Nella corsa contro il tempo per scongiurare misure ancora più restrittive, i casi hanno iniziato lievemente a scendere, ma il rischio è che non sia abbastanza. Anche ieri si sono verificati 107 nuovi contagi, 40 nel solo capoluogo: la fascia d'età più colpita è stata quella che va da 0 a 18 anni. Nonostante le aule vuote da una settimana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento