Cronaca

Coingas, sindaci chiedono assemblea per la costituzione di parte civile: "Tutelare interessi della società"

L'assemblea composta dai comuni, per statuto, deve essere convocata con l'ordine del giorno richiesto, quando è almeno un quinto della quota sociale a farlo

Si avvicina la data del 23 marzo, giorno in cui si terrà l'udienza preliminare per il caso Coingas, Estra e Multiservizi. 13 gli imputati tra cui il sindaco Alessandro Ghinelli e l'assessore al bilancio del Comune di Arezzo Alberto Merelli oltre che l'attuale amministratore unico della stessa Coingas Franco Scortecci. Per questi due enti si pone davanti la decisione di costituirsi parte civile nell'eventuale processo come parti che potrebbero avere diritto a un ipotetico risarcimento del danno.

La costituzione può essere fatta fino al momento prima dell'inizio del dibattimento nel processo ordinario, ma normalmente avviene in sede di udienza preliminare perché altrimenti verrebbe perso il diritto al risarcimento, nel caso di una condanna di un imputato che avesse scelto il rito abbreviato. Una casistica non affatto da escludere in questo procedimento.

Nell'ultimo consiglio comunale il sindaco Ghinelli, rispondendo ad un'interrogazione dell'opposizione, ha spiegato che in giunta  decideranno prossimamente: "Abbiamo tempo, non abbiamo preso una decisione, Scortecci convocherà un'assemblea per discutere la strada da percorrere, non è che non le voglio rispondere, questa decisione non è stata presa."

Al momento però nessuna assemblea è stata convocata da Coingas, l'azienda composta dai comuni soci che ha come core business la partecipazione azionaria nella società Estra, tanto che si sono mossi alcuni sindaci che ne fanno parte. 

“Abbiamo chiesto la convocazione dell’assemblea dei soci di Coingas Spa e l’inserimento all’ordine del giorno la costituzione di parte civile nel procedimento penale pendente innanzi al Tribunale di Arezzo. L’udienza preliminare è fissata per il 23 marzo e Coingas risulta parte offesa”. I sindaci alla guida di amministrazioni di centro sinistra sottolineano la necessità di “tutelare gli interessi della società” in una vicenda giudiziaria che vede tra gli indagati l’attuale e il precedente amministratore unico della società.

I comuni che hanno richiesto in questo modo la convocazione dell’assemblea rappresentano oltre 1/5 del capitale sociale della società. Tra questi ci sono Lucignano, Civitella, Foiano della Chiana, Monte San Savino, Bucine, Talla e Chiusi della Verna. In base allo statuto di Coingas, dovrà obbligatoriamente essere convocata l’assemblea, con l’inserimento dell’ordine del giorno richiesto.

La vicenda è delicata, sia nel versante del Comune di Arezzo, che in quello di Coingas perché sia il sindaco che l'amministratore unico della società Franco Scortecci sono imputati di fronte al giudice per le udienze preliminari, ma sono comunque alla guida dei due enti che devono prendere questa decisione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coingas, sindaci chiedono assemblea per la costituzione di parte civile: "Tutelare interessi della società"

ArezzoNotizie è in caricamento