Cronaca

Coronavirus, primi due casi di variante Delta in Toscana

Due campioni sono risultati positivi alla mutazione durante il sequenziamento svolto nei laboratori di Pisa. Riguardano la Asl Toscana Nord Ovest. Nessun caso sarebbe emerso nella Asl Toscana Sud Est

La variante Delta è stata sequenziata anche in Toscana. Nel giorno in cui i contagi hanno raggiunto dati confortanti, sono emersi i primi due casi della contagiosa variante. Stando a quanto riportato dal Corriere Fiorentino, è stata l'Aou (azienda ospedaliero-universitaria) Pisana a rintracciarla nel laboratorio del dipartimento di virologia dell'ospedale Cisanello che esamina tamponi dell'Asl Toscana Nord Ovest (Massa, Pisa, Livorno, Lucca). Al momento non sarebbero stati registrati casi riconducibili a questa variante nella Asl Toscana Sud Est.

"Sono stati identificati due campioni positivi alla mutazione a Pisa ma provengono dall'area vasta - ha spiegato il professor Mauro Pistello - li abbiamo trovati circa una settimana fa". Nella 'caccia' alla variante Delta il laboratorio esamina tamponi di positivi divenuti tali dopo il vaccino o recidivi dopo essersi negativizzati.

La Regione, spiega AdnKronos, in attesa di formalizzare la decisione con una delibera, ha già comunicato ai laboratori del Cisanello, delle Scotte di Siena e di Careggi, la volontà di controllare ogni nuovo contagio. E domani, su questo tema, si confronterà con l'Istituto superiore di Sanità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, primi due casi di variante Delta in Toscana

ArezzoNotizie è in caricamento