Coronavirus, Tribunale in stand by: udienze rinviate al 22 marzo. "Ingressi contingentati e no agli assembramenti"

Rallenta la giustizia aretina: un decreto del presidente Giovanni Fruganti dispone il rinvio dei procedimenti, con varie eccezioni. Appello al rispetto delle indicazioni igienico sanitarie

Il presidente Giovanni Fruganti

Udienze rinviate a date successive al 22 marzo, ingressi contingentati e divieto di assembramento all'interno e all'esterno del tribunale. Anche la giustizia aretina prende provvedimenti per contenere la diffusione del Coronavirus. Con un decreto emesso questa mattina dal presidente Giovanni Fruganti, firmato e pubblicato questa mattina sul sito del Tribunale, sono state adottate delle "misure straordinarie ed urgenti per contrastare l'emergenze epidemiologica".

Di fatto, come accaduto per il mondo della scuola, la giustizia non si ferma, ma buona parte delle attività saranno sospese fino al 22 marzo. 

Fatta eccezione per le situazioni più delicate ed urgenti, le udienze penali e civili saranno rinvate date successive. Saranno garantite ad esempio le udienze di convalida dell'arresto e quelle in cui sono state richieste misure dententive, si procederà se gli imputati sono già sottoposti a misure cautelare e richiedano di procedere. Per quanto riguarda i procedimenti civili ci saranno eccezioni per quanto riguarda udienze relative agli alimenti o quelle per l'adozione di provvedimenti contro gli abusi familiari, e tutti quei procedimenti in cui "la ritardata trattazione possa produrre grave pregiudizio alle parti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il decreto poi dispone l'ingresso al palazzo di giustizia solo per chi deve svolgere attività urgenti e che vengano seguite tutte le indicazioni igienico sanitarie impartite nell'ultimo decreto del presidente del Consiglio.  Infine dice no agli assembramenti sia all'interno che all'esterno, rimarca la necessità di rispettare le distanze di sicurezza e di favorire le attività su appuntamento. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento