Covid e alberghi sanitari, Ghinelli: "Alle strutture che si faranno avanti rimborseremo la Tari"

"Credo che sia una bella apertura nei confronti di quelle strutture che potrebbero dare una risposta a questa importante necessità del territorio"

Il sindaco Alessandro Ghinelli

"Rimborseremo la Tari a quelle strutture che decideranno di partecipare al bando per albergo sanitario". Il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, ha lanciato la proposta agli albergatori direttamente dalla pagina facebook del comune durante la consueta diretta del tardo pomeriggio, durante la quale ha fatto il punto sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus ad Arezzo e nella sua provincia. 

L'idea del primo cittadino è quella di aiutare le strutture ricettive che hanno i requisiti necessari a partecipare al bando con il quale per un periodo accoglieranno i malati non gravi di Coronavirus e i positivi asintomatici. Il rischio, altrimenti, è che si arrivi ad una requisizione da parte del prefetto. Tutto sarebbe partito dalla proposta di un consigliere comunale, Francesco Romizi, che durante l'odierno consiglio comunale ha presentato una interrogazione

"In pratica, l'albergo pagherà la Tari - spiega Ghinelli - ma il comune la rimborserà. Credo che sia una bella apertura nei confronti di quelle strutture che potrebbero dare una risposta a questa importante necessità del territorio. Ci sono strutture che avrebbero i requisiti di albergo sanitario, ma hanno deciso di non proporsi perché ritengono scarsa la remunerazione. Ecco adesso il comune gli offre un incentivo in più". 

Arezzo ha bisogno dell'albergo sanitario, ma il bando va deserto da mesi 

l bando per Arezzo è aperto da mesi, ma continua ad andare deserto. Come accadde la scorsa primavera, nel territorio comunale non ci sono strutture disposte ad accogliere chi, pur non avendo sintomi o avendone solo di lievi, non può permettersi un isolamento tra le mura domestiche. A nulla, fino ad oggi, sono valsi gli appelli di sindaco e Asl. Quest'ultima avrebbe avviato anche delle trattative private (pare una decina) ma al momento nessun accordo è stato stretto. Extrema ratio, la Prefettura potrebbe requisire una struttura, ma la speranza resta quella di trovare una soluzione condivisa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

  • Coronavirus: 658 nuovi casi e 32 decessi. I dati di oggi della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento