menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nuovo vertice Governo Comitato scientifico: verso le modifiche al dpcm. Ghinelli: "Arezzo a rischio zona rossa"

I casi nell'Aretino non accennano a diminuire: se verranno accolte le richieste del Cts per la città si potrebbero profilare pesanti restrizioni

Una riunione urgente alle 9 di questa mattina: il governo ha chiesto di incontrare il Comitato tecnico scientifico per affrontare questa nuova impennata di contagi. All'orizzonte si stagliano consistenti modifiche al Dpcm, il primo dell'era Draghi. Lockdown nel fine settimana e zona rossa laddove si registrino oltre 250 contagi settimanali ogni 100mila abitanti: queste le misure restrittive che potrebbero essere prese in considerazione. 

La situazione per l'Aretino - visto il numero di casi che non accenna a diminuire (ieri erano 125 i contagi, di cui 52 nel comune capoluogo) - è particolarmente delicata. La città, e forse l'intera provincia, potrebbero essere in bilico. E' lo stesso sindaco Alessandro Ghinelli a mettere in guardia con un post su Facebook, pubblicato ieri sera dopo la consueta diretta del lunedì:

"Il governo sta pensando ad una nuova stretta per contenere la diffusione del covid: tra le ipotesi, se nei prossimi giorni la tendenza rimarrà in ascesa, anche il lockdown totale nell’intero Paese, così come successo esattamente un anno fa. Una misura estrema, cui dovrebbe accompagnarsi l’auspicata accelerazione delle vaccinazioni.

Indipendentemente da quali saranno le decisioni circa le eventuali nuove misure restrittive che verranno comunicate dal governo, i numeri di questi ultimi giorni avvicinano comunque la nostra provincia alla zona rossa: continuiamo ad adottare comportamenti responsabili e a mettere in atto tutte le misure necessarie a proteggere noi stessi e gli altri dal contagio".

Insomma i presupposti non sono positivi. In attesa dei dati odierni, inoltre, dalla Regione arriva la conferma di una sostanziale stabilità dei contagi: come annunciato su Facebook dal presidente Eugenio Gianni,  "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.001 su 23.724 test di cui 13.323 tamponi molecolari e 10.401 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi e' del 4,22% sul totale dei tamponi e dell'8,7% sulle prime diagnosi. Siamo sugli stessi numeri" di nuovi contagi di coronavirus "rispetto ai primi due giorni della scorsa settimana, e questo mi fa dire che siamo di fronte a una situazione di sostanziale stabilizzazione, e vedremo venerdì quali provvedimenti prenderemo".

Le proposte del Comitato scientifico

Questa mattina il Comitato scientifico ha di nuovo lanciato le sue proposte ma il governo potrebbe anche orientarsi verso la zona arancione scuro in tutta Italia nei feriali e la zona rossa nei festivi.  Cosa implicherebbe questa decisione? Tre cambiamenti fondamentali: chiusure generalizzate nei fine settimana; zone rosse più rigide (con una super zona rossa in arrivo); il criterio di 250 casi ogni 100mila abitanti per entrare automaticamente in zona rossa.

Se dalla riunione di questa mattina emergerà effettivamente la necessità di modificare il dpcm, le prime restrizioni si potrebbero già vedere nel fine settimana. La decisione dovrebbe essere presa entro venerdì 12 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento