"In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

"Sono atterrato con il casco da palombaro nello spazio Covid polmonite bilaterale, e devo dire che un po’ di assonanza tra l'astronauta che fece il primo passo sulla luna ed il Covid c'è anche li c'era chi ci credeva altri no..."

"Saluti dallo spazio", inizia con queste parole il post su facebook di Alberto Brandi, stimato veterinario di Castiglion Fiorentino, che ha deciso di raccontare così la sua lotta contro il Covid. Ricoverato in un letto del San Donato, con il casco che lo aiuta a respirare ma gli impedisce di rispondere ai messaggi e alle telefonate accorate degli amici e di tutti coloro che gli vogliono bene, ha pensato di affidarsi al social per informarli sulle sue condizioni di salute. Lo ha fatto con parole lievi, che rispecchiano il suo carattere ironico e tenace e quel suo cuore grande che lo porta a salvare tantissimi amici a quattro zampe. 

"Faccio questo post  - spiega - perché mi state sommergendo di messaggi ed io non ce la faccio a parlare con tutti, così vi spiego la mia situazione. Sono atterrato con il casco da palombaro nello spazio Covid polmonite bilaterale, e devo dire che un po’ di assonanza tra l'astronauta che fece il primo passo sulla luna ed il Covid c'è anche li c'era chi ci credeva altri no..."

Brandi sì è sentito male nel fine settimana: una febbre e poi le difficoltà respiratorie sempre più intense.

"Io ci credo [al virus ndr] e vi assicuro che non è una bella passeggiata e tutto è precipitato in tre giorni: da avere la febbre sabato a lunedì. Mi sembra che mi hanno portato via con l'ambulanza da casa perché non respiravo. Diciamo che le fragole in questa situazione sono la consapevolezza di avere una famiglia fantastica e tanti amici che mi hanno scritto a me o a casa per sapere per aiutare. Questo fa molto piacere e vi vorrei ringraziare tutti perché qua purtroppo siamo soli e fa piacere sapere che ci siete".

E poi riserva un elogio alla sanità aretina, che sta funzionando nonostante le difficoltà che presenta un'emergenza sanitaria. 

"Una bella fragola è la tanto bistrattata sanità aretina io sono stato trattato benissimo sia da quando è venuta la dottoressa la notte a casa, i ragazzi dell'ambulanza tutti fantastici il punto Covid fratta e poi qua ad Arezzo reparto pneumologia. Sono molto bravi, attenti, professionali non mi lasciano mai solo, sempre col sorriso,.Macchinari al top per tutto, non potevo chiedere di meglio. Teniamocela stretta questa sanità ad Arezzo. Ora sapete un po’ di cose sono bloccato sul letto col respiratore ma sembra che rispondo bene, certo quando mi vengono gli attacchi ti tosse mi sembra di morire perché rimango senza respiro però mi aiutano e dopo un po’ passa. Vi farò degli aggiornamenti anche divertenti così si tiene su il morale ... non so se ci sono errori ma non mi frega già e troppo quello che ho scritto, ma ripeto, in privato a parlare non ce la faccio mi bruciano gli occhi a presto vi voglio bene"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento