menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seconda maestra della Monte Bianco positiva. Isolamento per la segreteria e il preside: "Lavoriamo da casa"

E i 182 bambini in isolamento da ieri corrispondono in pratica a tutti gli alunni che frequentano le dieci classi della scuola Monte Bianco dove l'insegnante lavorava come maestra prevalente del tempo lungo. 

La voce provata da lunghe ore di lavoro di ricostruzione, di risposta alle tantissime richieste di informazioni dalle famiglie, poi l'organizzaizone del lavoro da casa. Anche il preside dell'istituto comprensivo Vasari, Sauro Tavarnesi con il suo staff di segreteria è stato messo in isolamento domiciliare:

Sì, ci hanno messo in quarantena, ci siamo organizzati comunque perché ognuno di noi possa lavorare da casa e possa rispondere a tutte le richieste che dovessero arrivarci anche dalla Asl e dal Comune."

Con loro sono andati in isolamento parte del corpo insegnante, quello reputato più vicino alla maestra di 51 anni che ha contratto il coronavirus nei giorni scorsi. E i 182 bambini in isolamento da ieri corrispondono in pratica a tutti gli alunni che frequentano le dieci classi della scuola Monte Bianco dove l'insegnante lavorava come maestra prevalente del tempo lungo. 

"Quando ci hanno chiesto le informazioni sulla scuola abbiamo spiegato che il tempo lungo e quello corto sono divisi da un piano, da una scala, ma ci sono anche i uoghi in comune come la palestra, la mensa, così la Asl ha deciso di prendere tutte queste precauzioni."

Adesso il pensiero va a tutti i ragazzi a casa, non solo a quelli della Monte Bianco. Ai bimbi dell'infanzia, a quelli delle medie.

"Per la scuola secondaria di primo grado abbiamo approntato la didattica on line con google class e stiamo pensando a qualcosa di adeguato anche per le elementari, ci stiamo consultando con le maestre per trovare gli strumenti giusti, ma anche per la scuola dell'infanzia stiamo pensando a un canale telegram tematico dove fornire agli adulti strumenti pe rfar passare il tempo bene ai piccoli, come ad esempio fornendo consigli e piccole attività da fare a casa anche insieme ai nonni."

Insomma una situazione difficile da affrontare che il preside Tavarnesi cerca di tamponare con idee e strumenti innovativi, con tanta energia e senso di responsabilità di chi si trova a ricoprire il ruolo di guida di una scuola provata da isolamenti, quarantene e chiusure.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento