menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Arezzo terza in Italia per la crescita di contagi. In una settimana aumento di oltre l'80 per cento

I casi sono diventati 185,5 ogni 100mila abitanti. Aumenti più consistenti - in termini percentuali - si sono avuti solo a Fermo, nelle Marche (+83,8%) e a Frosinone (+95,1%)

Un aumento dei contagi vertiginoso, che sta costando all'Aretino il terzo posto nella poco gratificante classifica stilata dalla Fondazione Gimbe sulle province con il maggior incremento percentuale di casi di coronaviurs registrati tra il 17 e il 23 febbraio. La crescita in quella settimana si è attestata sull'83,8 per cento. Giovedì 18 i casi erano 81, poi 57 l'indomani, 97 sabato e il primo picco, con 119 casi, domenica scorsa. Poi un rallentamento nel numero dei nuovi positivi e quindi la ripresa dei contagi,  fino ai 131 di ieri. 

I casi sono diventati 185,5 ogni 100mila abitanti. Aumenti più consistenti - in termini percentuali - si sono avuti solo a Fermo, nelle Marche (+83,8%) e a Frosinone (+95,1%).

E pensare che fino alla settimana prima Arezzo poteva cullarsi su risultati positivi, con contagi in calo del 7,5 per cento. Poi - complici forse le varianti - è arrivata la brusca inversione di tendenza. Nello stesso tempo si è avuto un aumento dei focolai scolastici e della diffusione del virus nelle scuole. Al 14 febbraio i casi registrati tra i ragazzi in età scolare dall'inizio del 2021 erano 279. Nella settimana succesiva il dato è balzato a 364, interessando un po' tutte le fasce d'età. 

Dilemma scuole

Come avvenuto a Sansepolcro, dove le scuole resteranno chiuse fino al 1 marzo, anche Castiglion Fiorentino ieri ha deciso di intraprendere la linea dura, chiudendo le scuole da oggi fino al 6 marzo. Nei giorni scorsi, in seguito alla positività di una insegnante, a Marciano 140 ragazzi delle scuole medie sono andati in quarantena. Mentre ieri sera il sindaco di Lucignano, Roberta Casini ha annunciato la sospensione dell'attività didattica in presenza da oggi al 6 marzo, spiegando che "a seguito dell'andamento epidemiologico riscontrato nelle ultime ore si è evidenziato un incremento dei casi positivi al Covid-19.
Si è ritenuto necessario ed opportuno provvedere all'adozione di misure idonee alla tutela della salute al fine di limitare la diffusione della malattia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento