Cronaca Cortona

Il cordoglio di Cortona per la scomparsa di Baracchi. Meoni: "Un amico, aveva raggiunto il successo ma sempre con i piedi per terra"

L'amministrazione comunale di Cortona ricorda l'imprenditore, titolare del relais Il Falconiere, morto ieri in Macedonia per un malore durante una battuta di caccia.

L’Amministrazione comunale di Cortona esprime cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Riccardo Baracchi, titolare del noto relais Il Falconiere, nonché grande imprenditore del settore della ristorazione, enologia e turismo.

Baracchi, 64enne, è morto all'alba di ieri in Macedonia. Si trovava in una zona boschiva del Paese balcanico dopo essere atterrato ieri nella capitale Skopje: era impegnato in una battuta di caccia assieme a un amico, giunto assieme a lui dall'Italia. Un malore gli sarebbe stato fatale, l'imprenditore è stato trovato accasciato a terra

"Baracchi - ricorda l'amministrazione - ha avuto sempre idee innovative e lungimiranti che lo hanno portato a realizzare una delle strutture più importanti del panorama italiano. La nostra città perde un uomo che ha dato tanto al proprio territorio e che è stato capace di promuovere Cortona nel mondo".
Il sindaco Luciano Meoni si stringe al dolore della famiglia Baracchi: "Riccardo è stato sempre un amico con il quale abbiamo condiviso alcune idee legate al mondo del turismo. Ci siamo incontrati pochi giorni fa - ricorda il sindaco - e abbiamo parlato di come potenziare l’attività anche nei mesi  autunnali e invernali. Era sempre un piacere scambiare parole amichevoli con lui, una persona che di successo a livello internazionale, ma sempre rimasta con i piedi per terra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio di Cortona per la scomparsa di Baracchi. Meoni: "Un amico, aveva raggiunto il successo ma sempre con i piedi per terra"

ArezzoNotizie è in caricamento