rotate-mobile
Cronaca

Operaio accoltellatore, convalidato l'arresto: resta in carcere

L'episodio è accaduto lunedì mattina negli uffici della manutenzione del comune di Arezzo in via Tagliamento dove, senza apparenti motivi, l'operaio Polucci ha accoltellato il geometra Mastrantone

Convalida dell'arresto arrivata. Giovanni Polucci Sabbioni resta in carcere. Così ha disposto il Gip Fabio Lombardo, di fronte al quale si è presentato ieri mattina l'operaio della manutenzione del Comune di Arezzo, accompagnato dai legali Maria Rita Giommoni e Federica Cenciarelli. L'uomo, reo di aver accoltellato il geometra capufficio, è accusato, per adesso, di tentato omicidio per il gesto compiuto lunedì mattina negli uffici di via Tagliamento, dove, estraendo un coltello ha colpito Mario Mastrantone al collo provocandogli una ferita, che solo per fortuna, non ha danneggiato le importanti arterie che si trovano in quella zona.

Da quel giorno Polucci, che dopo essere andato via dalla manutenzione si è costituito ai carabinieri, è in carcere e lì resterà in attesa del processo. Così aveva chiesto il pm Roberto Rossi e così ha deciso il Gip del tribunale di Arezzo. 

Anche visti i precedenti dello stesso tipo che l'operaio ha avuto nel corso della vita, con un episodio fotocopia circa 25 anni fa, il Pm Rossi ha chiesto che fosse eseguita, prima possibile, una perizia psichiatrica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio accoltellatore, convalidato l'arresto: resta in carcere

ArezzoNotizie è in caricamento