rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Sicurezza stradale. Sorpassi da brivido e cellulare alla guida: pioggia di multe

Il report è quello presentato dalla polizia stradale di Arezzo che, nell'ultima settimana, ha intensificato ulteriormente i controlli

Eccesso di velocità, uso del cellulare alla guida e pioggia di multe. È questo il bilancio della polizia stradale di Arezzo che, nel corso della settimana europea della mobilità (16 – 22 settembre), ha ulteriormente incrementato i controlli lungo le principali arterie del traffico aretino. 181 veicoli i veicoli controllati e 53 le violazioni al codice della strada registrate.

“Da sottolineare - fanno sapere dalla Stradale aretino - le sanzioni relative all’uso del cellulare alla guida (16) e quelle riguardanti gli eccessi di velocità (15) che hanno portato al ritiro immediato di 5 patenti”. Tra gli episodi più eclatanti registrati durante l’attività della polizia, c’è quello registrato lungo la Due Mari nei pressi dello svincolo di San Zeno. “Qui un automobilista ha oltrepassato di oltre 60 km/h orari il limite di velocità, infrazione che gli ha comportato, oltre al ritiro della patente, il pagamento di una sanzione da 847 a 3.389 euro”.

Oltre alle operazioni su strada all’iniziativa, i poliziotti hanno dato vita ad una campagna di prevenzione e sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale rivolte alla collettività. “Tutti coloro - continuano dalla Stradale - che hanno voluto sostenerla sono stati invitati a visitare il sito www.roadpolsafetydays.eu e fare clik sul tasto “pledge” tramite il quale ciascun utente della strada, inserendo la propria mail ed il proprio nome, ha sottoscritto un formale impegno a rispettare le regole del codice della strada".

La sicurezza stradale “safety days” è stata promossa dal network europeo delle polizie stradali Roadpol (che è una rete di cooperazione nata nel 1996 sotto l’egida della u.e. alle quale aderiscono le polizie stradali di 31 paesi europei  - tutti gli stati membri oltre a Svizzera e Norvegia con la Serbia come osservatori). Lo scopo è stato quello di ottenere una giornata a zero vittime sulla strada. Per questa ragione la polizia stradale italiana, sull’intero territorio nazionale, ha predisposto mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause d’incidentalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale. Sorpassi da brivido e cellulare alla guida: pioggia di multe

ArezzoNotizie è in caricamento