menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Prefettura di Arezzo annuncia "massimo rigore" per Pasqua: "Controlli serrati e capillari"

Saranno monitorate periferie e centri abitati, con posti di controllo nei punti nevralgici della viabilità stradale, nelle stazioni ferroviarie e degli autobus di linea

Nella mattinata odierna, il prefetto di Arezzo Anna Palombi ha presieduto una riunione tecnica di Coordinamento delle forze di polizia: erano presenti il vice questore vicario, il comandante provinciale dei Carabinieri, il comandante del gruppo della Guardia di Finanza ed il comandante della sezione Stradale della Polizia di Stato. "L’incontro è stato dedicato al tema delle misure di vigilanza e controllo da attuare in prossimità delle festività pasquali, allo scopo di assicurare il più rigoroso rispetto delle disposizioni restrittive varate dal Governo per il contenimento ed il contrasto dell’epidemia da Covid-19", spiega una nota della Prefettura.

I controlli saranno effettuati per "evitare raduni spontanei ed ogni forma di assembramento di persone che, per tale ricorrenza, potrebbero essere attuati nei luoghi all’aperto sedi di abituali ritrovi (parchi, aree pic-nic ed altre zone di potenziale affollamento) ovvero gite fuori porta, ricongiungimenti familiari improvvisi, trasferimenti nelle seconde case non motivati. Al fine di non compromettere ulteriormente l’andamento della curva della diffusione del virus, già critico in modo significativo per questo territorio provinciale".

Non solo. "E' stata varata una linea di azione improntata al massimo rigore - dice la Prefettura - i controlli sulla circolazione delle persone saranno serrati, capillari e frequenti, e mirati a verificare l’effettiva sussistenza delle ragioni, contemplate dalle norme vigenti, che giustificano gli spostamenti delle persone, con l’applicazione della sanzioni previste nei casi di violazione delle misure restrittive. Verranno, pertanto, attivati, nelle periferie e nei centri abitati, posti di controllo nei punti nevralgici della viabilità stradale, presso le stazioni ferroviarie e degli autobus di linea, a cui concorreranno le forze di polizia, la Polizia Provinciale e tutte le polizie locali dei Comuni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento