Cronaca

Bimbo schiacciato dal cancello, ritorno casa dopo un notte in osservazione al Meyer

E' rimasto una notte sotto osservazione, ma era chiaro che le sue condizioni non erano gravi. Poi in tarda mattinata un sospiro di sollievo. E' stato dimesso il bimbo di 7 anni che ieri sera è rimasto schiacciato da una cancello di 70 chili a...

E' rimasto una notte sotto osservazione, ma era chiaro che le sue condizioni non erano gravi. Poi in tarda mattinata un sospiro di sollievo. E' stato dimesso il bimbo di 7 anni che ieri sera è rimasto schiacciato da una cancello di 70 chili a Faella.

Un sospiro di sollievo per la famiglia ma anche per tutti i compaesani che hanno vissuto momenti di grande paura. Il bimbo se l'è cavata con una ferita alla testa e con alcune lesioni e contusioni. Quella che i medici temevano potesse essere una frattura della clavicola fortunatamente si è rivelato un trauma, seppur doloroso, più lieve. L'allarme è scattato ieri sera poco dopo le 20. Il piccolo era all'aperto e i genitori hanno sentito le sue urla e sono accorsi. Lo hanno trovato imprigionato dalle "sbarre del cacello" che gli era rovinosamente crollato addosso. Immediatamente lo hanno liberato e hanno chiamato i soccorsi. Dapprima il piccolo - che non ha mai perso conoscenza - è stato portato all'ospedale della Gruccia, dove i medici lo hanno stabilizzato. Poi è stato disposto il trasferimento all'ospedale pediatrico Meyer con il Pegaso. Purtroppo le avverse condizioni meteo che imperversavano nella zona, non hanno permesso il decollo, così il piccolo è stato trasportato in ambulanza. Questa mattina, dopo lunghe ore di osservazione, la buona notizia delle dimissioni. E un sospiro di sollievo per la famiglia e l'intera frazione di Faella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo schiacciato dal cancello, ritorno casa dopo un notte in osservazione al Meyer

ArezzoNotizie è in caricamento