Cronaca

Commissione banche, sì di Casini ad una memoria di azionisti e obbligazionisti

Una memoria scritta da parte di cinque tra azionisti e obbligazionisti, compilata insieme all'avvocato Lorenza Calvanese sarà messa agli atti da parte della commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche presieduta da Pier Ferdinando Casini...

tribunale-banca-etruria-calvanese

Una memoria scritta da parte di cinque tra azionisti e obbligazionisti, compilata insieme all'avvocato Lorenza Calvanese sarà messa agli atti da parte della commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche presieduta da Pier Ferdinando Casini.

In realtà da Arezzo era partita una richiesta da parte dei risparmiatori ad essere sentiti in un'audizione della commissione, ma i tempi stringono e Casini ha detto no a questa possibilità che gli era stata sottoposta per il tramite delle parlamentari pentastellate, l'aretina Chiara Gagnarli e la collega Laura Bottici.

Nessuna audizione, ma una memoria scritta da mettere agli atti, dunque. Un documento che diventerà importante, resterà nel tempo.

"L'intento dei risparmiatori che hanno chiesto loro stessi di essere sentiti da Casini - fanno sapere - è quello di mettere in luce le profonde ferite che si sono aperte dal 22 novembre del 2015, il cambiamento della loro vita quotidiana, dai progetti per figli andati in frantumi, alle famiglie che si sono sfasciate, dall'uso di psicofarmaci al ricorso al sostegno psicologico. Ma non solo il cambiamento sociale di Arezzo che ha subito un abbrutimento e un forte impoverimento. E la fiducia persa e tutta da ricostruire per la quale non bastano certo i rimborsi dell'80% o l'arbitrato. Quello del tracollo di Banca Etruria è stato quindi un tracollo ampio che ha riguardato la vita di singole persone, ma allo stesso tempo l'intera comunità.2
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione banche, sì di Casini ad una memoria di azionisti e obbligazionisti

ArezzoNotizie è in caricamento