Forte odore fuori da un palazzo: scoperte coltivazioni di canapa, scatta la denuncia

I militari dell'Arma hanno scoperto una vera e propria serra attrezzata con lampade e ventilatori di marijuana nel fondo di un appartamento

L'odore era talmente intenso da essere avvertito distintamente fino all'esterno dell'abitazione. Esalazioni tanto intense quanto inconfondibili che sono state percepite dai carabinieri che, durante un normale servizio di controllo, hanno scoperto una vera e propria serra di marijuana.

L'episodio è avvenuto nei giorni scorsi quando a Levane, i militari insieme ai colleghi del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Giovanni Valdarno hanno perquisito un edificio in uso ad un imprenditore agricolo, titolare di una vendita di canapa sativa e suoi derivati nel Valdarno aretino.

All’interno dell'immobile c'erano appesi ad una delle travi del soffitto due essiccatoi di tessuto e rete, composti da cinque anelli circolari cadauno, su ognuno dei quali erano riposte delle infiorescenze di cannabis. Nel corso della successiva perquisizione condotta nello stesso fondo, nell’abitazione dell’uomo e sulla sua autovettura, sono state trovate cinque buste di plastica, termosaldate all’estremità, con all'interno della marijuana. 

In una delle stanze dell’appartamento dell’uomo invece è stato trovato un box, con struttura in metallo e rivestito di tessuto non traspirante, attrezzato ad hoc con ventilatori trovati accesi e lampada alogena che ospitava al suo interno quattro piante di cannabis. Sono stati trovati anche una bilancia di precisione, una macchina per porre sottovuoto e vari sacchetti di plastica trasparente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’operazione si è conclusa col sequestro di 2 chili di infiorescenze, frutto di piante di canapa sativa, di cui è legale la produzione per il basso contenuto di thc, e di canapa indiana della quale invece è vietata la coltivazione per l’elevato effetto stupefacente, nonché di quattro piante di canapa indiana in buono stato di vegetazione e con infiorescenze quasi pronte per essere raccolte. Entrambe le tipologie di infiorescenze verranno inviate a dei laboratori specializzati, per valutarne l’effettivo contenuto di principio attivo e, pertanto, delineare con precisione i profili di illiceità. L’uomo è stato denunciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento