rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza di Sant’Agostino

Sabato sera choc in Sant'Agostino: sanguinosa aggressione, uomo soccorso nella piazza gremita

L'episodio poco prima di mezzanotte: 24enne portato in pronto soccorso con una lacerazione al petto, caccia all'aggressore. La vittima all'ospedale è andata in escandescenze, necessario l'intervento dei poliziotti

Aggressione a colpi di coltello nella notte ad Arezzo: l'episodio è avvenuto nei pressi di piazza Sant'Agostino, un punto nevralgico del sabato sera cittadino. La piazza era infatti piena di persone ieri sera, 25 maggio. Si sarebbe verificato uno scontro tra un paio di giovani, con arma bianca. La peggio è toccata a un 24enne rimasto a terra, colpito da numerse colpi, forse coltellate, certamente bottigliate. I tagli, tranne quello dovuto a un colpo inferto al petto, sono stati abbastanza superficiali per fortuna. L'uomo è stato portato al pronto soccorso in codice giallo. Resta da capire il punto esatto dello scontro: il ferito è stato ritrovato sanguinante in piazza Sant'Agostino dai soccorritori, ma l'aggressione potrebbe essersi verificata altrove, anche se poco lontano.

La ricostruzione dell'accaduto

All'arrivo degli operatori del 118 l'uomo era riverso a terra, al centro della piazza, ricoperto di sangue. Ha riferito di essere stato aggredito dall'avversario con una lunga lama (circostanza da verificare) e con una bottiglia di vetro. In particolare, aveva ferite al volto compatibili con quelle procurate da una bottigliata: aveva evidenti segni vicino all'occhio e il naso rotto. Al petto la lacerazione più profonda (forse da coltello o da collo di bottiglia rotto) gli altri tagli al volto, al tronco e soprattutto alle braccia, ma poco profondi, evidentemente dovuti al tentativo di parare i fendenti del rivale.

L'arrivo della Misericordia di Subbiano: indisponibili altri mezzi

L'allarme alla centrale 118 è partito poco prima di mezzanotte, si è dovuta muovere la Misericordia di Subbiano per l'intervento per l'indisponibilità di altri mezzi di soccorso ad Arezzo, visto l'alto numero di interventi notturni richiesti. Sul posto per l'indagine la Polizia di Stato: gli agenti della questura aretina hanno raccolto le testimonianze, tra cui quella del 34enne, per risalire all'identità dell'aggressore, dileguatosi dopo l'allarme. Plausibile che una delle piste per spiegare l'accaduto sia legata al mondo dello spaccio di stupefacenti.

Intemperanze al pronto soccorso

La presenza dei poliziotti è stata richiesta anche più tardi, in pronto soccorso, al momento dell'arrivo del 24enne, in evidente stato di alterazione psicofisica. L'uomo, giunto con l'ambulanza infermierizzata al San Donato, è stato infatti protagonista di varie intemperanze che hanno messo in difficoltà il personale sanitario che doveva medicare il ferito e soprattutto suturare con i punti la ferita al petto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato sera choc in Sant'Agostino: sanguinosa aggressione, uomo soccorso nella piazza gremita

ArezzoNotizie è in caricamento