Cronaca

Chiodi nascosti dentro al pane. L'assurdo scherzo finito sul tavolo della procura aretina

I protagonisti sono stati ascoltati in procura e successivamente, non ravvisandosi alcun reato, sono stati rispediti a casa e l'intera vicenda archiviata

Uno scherzo di cattivo gusto e che avrebbe potuto causare ingenti danni ma, per la procura, non un reato. La vicenda finita sul tavolo della procura della Repubblica presso il tribunale di Arezzo è quella che ha visto come protagonisti un gruppo di amici. Come riporta il quotidiano La Nazione di Arezzo, un paio di settimane fa, alcuni buontemponi avrebbero deciso di prendere di mira uno dei componenti della loro cricca, noto con il soprannome di Gozzone, decidendo di infilargli una manciata di chiodi nel pane che avrebbe portato a casa. Quello che nessuno poteva prevedere sono stati i risvolti del tiromancino. Al termine della cena, come previsto, l'uomo ritira il pane avanzato e una volta a casa con l'aiuto del figlio lo dà in pasto ai propri cani. Non passa troppo tempo che gli animali cominciano a lamentarsi e poco dopo ecco che nelle ciotole spuntano fuori dei vecchi chiodi arrugginiti. Impressionati dal ritrovamento padre e figlio si recano al supermercato per lanciare l'allarme: dentro al pane qualcuno ha inserito dei chiodi. Sulla vicenda è intervenuta anche la Asl che ha provveduto a sequestrare tutto il pane proveniente da uno specifico panificio dell'Aretino. Ed è a questo punto che gli amici hanno deciso di farsi avanti e confessare lo scherzo. Il gruppetto poi, insieme alla vittima, ha deciso di rivolgersi all'avvocato Tiberio Baroni per comprendere come meglio comportarsi. I protagonisti sono stati ascoltati in procura e successivamente, non ravvisandosi alcun reato, sono stati rispediti a casa e l'intera vicenda archiviata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiodi nascosti dentro al pane. L'assurdo scherzo finito sul tavolo della procura aretina

ArezzoNotizie è in caricamento