menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano vaccinazioni a tappeto da febbraio: "hub" ad Arezzo, centri in ogni vallata. La Asl prepara la Fase 2

Sono oltre 300 le strutture individuate in Regione, in media una trentina a provincia. Quindici grandi centri, destinati a capoluoghi e grandi città. Uno di questi sarà ad Arezzo ed è già stata individuata la location: sarà Arezzo Fiere

Quando inizierà la Fase 2 della vaccinazione anti Covid? Molto dipenderà dall'arrivo delle forniture (in ballo ci sono vaccini diversi e la situazione, tra tagli e ritardi, è ingarbugliata) ma servirà anche uno sforzo notevole della macchina organizzativa per poter garantire la somministrazione (in alcuni casi doppia, per garantire l'immunizzazione) alla popolazione target, costuituita dalla maggioranza degli italiani. Decine di milioni di iniezioni in tutto il Paese, uno sforzo enorme, da pianificare con attenzione.

tabella vaccini_2-2
Il calendario delle fasi di vaccinazione della Regione Toscana

La lista delle strutture papabili inviata alla Regione

La Toscana sta cercando di non farsi cogliere impreparata e ha chiesto, intanto, alle Asl, di fornire una lista delle strutture che potrebbero ospitare le operazioni di massa. A partire già dal mese prossimo: febbraio 2021. Manca un mese, anche meno: servono centri adeguati, sufficientemente grandi per garantire il distanziamento sociale, ma anche in grado di garantire alti ritmi di inoculazione delle dosi. Per questo la Asl Toscana Sud Est si sta muovendo per reclutare personale - circa 200 unità tra infermieri, medici, volontari - in grado di evadere le molte richieste che arriveranno (il vaccino è pur sempre su base volontaria) sul portale dedicato. Non solo, ha anche nominato una responsabile e allestito una cabina di regia, oltre a cercare i punti per le somministrazioni.

L'architettura a piramide

Il piano sulle strutture è stato inviato alla Regione nei giorni scorsi, con alcune proposte riguardo il dettaglio dei centri vaccinazioni nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto. L'elenco completo è in attesa di ufficializzazione: di certo ci saranno oltre 300 centri in Toscana. L'architettura del piano è piramidale, con una quindicina di "hub", grandi strutture come fiere e palazzetti dello sport, destinate ai capoluoghi di provincia e alle città più grandi, una serie di strutture medie e infine altre, la maggior parte, di prossimità.

La geografia dei centri vaccinali nella Toscana Sud Est

Nell'area vasta Sud Est gli "hub" saranno tre, una per provincia. Ad Arezzo non sembrano esserci dubbi: la grande struttura è stata individuata in Arezzo Fiere e Congressi, il Centro Affari di via Lazzaro Spallanzani, già eletta sede per le operazioni di tracciamento. A Grosseto si parla di un centro commerciale e a Siena di un palasport. Ci saranno poi oltre cento altri centri vaccinali, come detto, sul territorio di medie (13) e piccole dimensioni (99). Di modo che i residenti della provincia di Arezzo non debbano spostarsi troppo per avere la propria dose: rimanendo nel proprio comune o, al massimo, entro la propria vallata. Certamente ci saranno almeno 4 strutture medie: una per il Casentino, una per la Valtiberina, una per il Valdarno e una per la Valdichiana. E poi i centri più piccoli: non è garantita la presenza in ogni comune, ma quasi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento