Collina sbancata nella Valle delle Piagge, area sotto sequestro: 4 indagati

Il progetto era stato presentato al Comune di Capolona per un bacino di raccolta delle acque che avrebbero dovuto servire un futuro noccioleto tuttora non istallato

Una collina che si trova nel sito paesaggistico della Valle delle Piagge, nel Comune di Capolona, recentemente tolta dalla Regione Toscana dal piano cave, è stata sbancata in maniera abusiva. Questa l'ipotesi su cui lavora la Procura di Arezzo con il braccio operativo dei Carabinieri Forestali, guidati dal comandante Claudio D'Amico, che proprio ieri hanno posto sotto sequestro preventivo l'area che ha un'ampiezza di circa 5 ettari. L'indagine è coordinata dal sostituto procuratore Laura Taddei, specializzata in reati ambientali. Il controllo dall'alto dell'area interessata dall'escavazioni è stato possibile grazie all'uso del drone in dotazione al reparto dei Carabinieri del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi.

roberto-rossi-claudio-damico

"E' stata divorata una collina con la scusa di fare un bacino idrico, ma in realtà è stata posta in essere una cava estrattiva" ha spiegato il Procuratore Roberto Rossi che ha ringraziato i cittadini del comitato per essere state sentinelle ambientali nel territorio.

Quattro sono al momento gli indagati, il proprietario delle terre, il titolare della ditta che ha compiuto i lavori, il progettista e direttore dei lavori e il geologo. I reati contestati sono di tipo ambientale e urbanistico, per la violazione di norme e per il trattamento di rifiuti in modo non lecito, oltre che attestazioni false.

Il progetto era stato presentato al Comune di Capolona con un permesso a costruire per un bacino di raccolta delle acque che avrebbero dovuto servire un futuro noccioleto tuttora non installato.

valle-piagge-cava-abusiva-2

Video popolari

Collina sbancata nella Valle delle Piagge, area sotto sequestro: 4 indagati

ArezzoNotizie è in caricamento