Cassonetto piazzato in mezzo alla strada dietro una curva. Pericolosa "bravata" ad Arezzo

E' successo ieri in via Carlo Donat Cattin. L'ingombrante secchione è stato riposizionato manualmente nel pomeriggio da un operatore Sei Toscana

Una bravata davvero stupida, tanto insensata quanto pericolosa. Un voluminoso cassonetto di lamiera, di quelli tradizionali, ieri è stato posizionato proprio in mezzo alla strada, in via Carlo Donat Cattin. Non solo - riferisce un cittadino che ha assistito all'episodio - "la pericolosità è aumentata dal fatto che l'ingombrante secchione era stato messo proprio a ridosso di una leggera curva, nei pressi della concessionaria Hyundai Automotor. Nel pomeriggio è intervenuto un operatore di Sei Toscana che ha manualmente rimosso il cassonetto, riposizionandolo al proprio posto".

peri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento