Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Caso Martina Rossi, rinviati a giudizio i due aretini: prima udienza a febbraio

Un'udienza preliminare lunghissima conclusa con un rinvio a giudizio. Quello dei due ragazzi di Castiglion Fibocchi Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni implicati nella morte di Martina Rossi, la studentessa ligure che ha perso la vita cadendo da...

martina rossi2

Un'udienza preliminare lunghissima conclusa con un rinvio a giudizio. Quello dei due ragazzi di Castiglion Fibocchi Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni implicati nella morte di Martina Rossi, la studentessa ligure che ha perso la vita cadendo da un balcone di un hotel di Palma de Majorca nell'agosto del 2011.

Dopo sei anni dalla tragedia si arriva al processo. "Un passo avanti è stato fatto - ha commentato il padre di Martina, Bruno Rossi - adesso il percorso sarà lungo. Sarà un lavoro complicato evidenziare cosa è accaduto. Non è stato semplice, quello di oggi è un inizio di un percorso che continuerà fin quando avremo la forza di andare avanti".

Secondo la procura di Arezzo, la giovane cadde dal sesto piano dell'hotel Santa Ana di Palma de Majorca per sfuggire ad un tentativo di violenza sessuale. Cercò una via di fuga e trovò la morte. Il procuratore Roberto Rossi, al termine della discussione aveva chiesto il rinvio a giudizio. Stessa richiesta per la parte civile, ovvero i genitori di Martina rappresentati dagli avvocati Luca Fanfani e Stefano Savi.

"Il processo sarà complesso - spiega Savi - gli spagnoli hanno liquidato questo come molti altri casi simili, come se fosse un suicidio. Le procure italiane invece hanno fatto un grande lavoro".

Adesso per i due aretini - per i quali i legali avevano chiesto l'archiviazione - si apre il processo che si svolgerà molto probabilmente di fronte al secondo collegio, presieduta dal giudice Avila. La prima udienza è in calendario per il 13 febbraio, ma ci sarà anche una udienza di tipo "tecnico" il 20 dicembre, quando sarà costituito il fascicolo.

"Il processo ci darà l'opportunità di dimostrare l'innocenza del mio assistito - sostiene Stefano Buricchi, legale di Luca Vanneschi - e soprattutto una volta concluso la vicenda si chiuderà definitivamente, e questa spada di Damocle non penderà più sopra di lui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Martina Rossi, rinviati a giudizio i due aretini: prima udienza a febbraio

ArezzoNotizie è in caricamento