Cronaca

Caso Martina Rossi, Procura propone accordo per verbalizzare le parole dei testimoni che vivono all'estero

Nessun teste in arrivo dalla Danimarca. Si profila un nuovo rinvio nel processo per la morte di Martina Rossi, la studentessa ligure che ha perso la vita nell'agosto del 2011 a Palma di Maiorca precipitando dal balcone di una camera d'albergo. Per...

rossi_roberto3

Nessun teste in arrivo dalla Danimarca. Si profila un nuovo rinvio nel processo per la morte di Martina Rossi, la studentessa ligure che ha perso la vita nell'agosto del 2011 a Palma di Maiorca precipitando dal balcone di una camera d'albergo. Per la sua morte sono a processo due giovani aretini, Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, accusati di morte in conseguenza di un altro reato e tentata violenza sessuale di gruppo: secondo la Procura di Arezzo, infatti, la giovane sarebbe caduta tentando di sottrarsi ad un tentativo di stupro da parte dei due aretini.

Oggi è in programma una nuova udienza, nella quale dovrebbero parlare gli ultimi due testimoni dell'accusa: si tratta di padre e figlia danesi che alloggiavano nello stesso albergo e che hanno raccontato di aver sentito il grido di Martina e i rumori di una corsa lungo le scale.

Padre e figlia sono stati contattati - si è mossa anche l'Interpol - ma ci sarebbero difficoltà per far sì che raggiungano Arezzo. Per questo il procuratore Roberto Rossi ha proposto un accordo tra le parti in base al quale potrebbero essere verbalizzate le dichiarazioni di testimoni, che vivono all'estero, acquisite durante le indagini sulla morte della giovane. La decisione potrebbe essere presa proprio questa mattina in aula. In caso venisse accolta la proposta sarebbe scongiurato il rischio di mesi di attesa per una rogatoria internazionale. L'accordo servirebbe a garantire a entrambe le parti l'acquisizione di testimonianze importanti anche in assenza dei testi in aula.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Martina Rossi, Procura propone accordo per verbalizzare le parole dei testimoni che vivono all'estero

ArezzoNotizie è in caricamento