menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Martina Rossi

Martina Rossi

Caso Martina Rossi, si torna in aula il 7 aprile per l'Appello bis

Fissata anche la seconda udienza il 14 aprile: i giovani aretini Vanneschi e Albertoni sono imputati per tentata violenza sessuale

Si aprirà il 7 aprile a Firenze, e proseguirà con una seconda udienza il 14 aprile, il processo di appello bis per la morte di Martina Rossi, la studentessa genovese di 20 anni che il 3 agosto del 2011 precipitò dal balcone di una camera al sesto piano dell'hotel Santa Ana a Palma di Maiorca, in Spagna. Il 21 gennaio scorso la Cassazione aveva ordinato un nuovo appello nei confronti di Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, i due 29enni di Castiglion Fibocchi imputati di tentata violenza sessuale di gruppo sulla ragazza, come riporta l'agenzia Adnkronos.

La notte tra il 2 e il 3 agosto del 2011, di ritorno da una serata in discoteca, Martina Rossi salì in camera dei due giovani di Castiglion Fibocchi perché nella sua le amiche erano in compagnia degli altri due ragazzi della comitiva di aretini. All'alba Martina precipitò dal balcone della stanza 609, quella di Vanneschi e Albertoni. Dopo indagini in Spagna, dove la vicenda fu archiviata come suicidio, i genitori di Martina hanno lottato a lungo per far riaprire il caso. I due ragazzi vennero rinviati a giudizio e poi condannati in primo grado, il 14 dicembre del 2018, a sei anni di reclusione dal tribunale di Arezzo per tentata violenza sessuale di gruppo e morte in conseguenza di altro reato. Secondo la ricostruzione dell'accusa, la ragazza precipitò mentre stava tentando di sfuggire a un tentativo di violenza sessuale messo in atto dai due ragazzi. Il verdetto è stato ribaltato dalla Corte d'assise di appello di Firenze e, nel frattempo, uno dei due reati, la morte in conseguenza di altro reato, era andato in prescrizione. Poi la decisione degli ermellini di far celebrare un nuovo processo di appello. L'avvocato Stefano Savi, legale dei genitori di Martina Rossi, si è detto "soddisfatto" per i tempi rapidi con cui è stato fissato il processo, sottolineando che "evidentemente la Corte di appello di Firenze ha tenuto conto dei tempi della prescrizione, che scatterà ad agosto".

La Cassazione: "Errore mcroscopico"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento