rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Caso Coingas, parte il processo: Ghinelli alla sbarra con Macrì e altri 9 imputati

L'udienza preliminare si è conclusa con la condanna di Sergio Staderini a 1 anno e 4 mesi e dell'avvocato Jacopo Bigiarini. Entrambi avevano optato per il rito abbreviato. Rito ordinario invece per gli altri 11 imputati.  I reati di cui sono accusati a vario titolo spaziano dal peculato, al favoreggiamento e all'abuso d'ufficio

Caso Coingas, processo al via. Inizia oggi il procedimento che vede sul banco degli imputati anche il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, l'assessore Alberto Merelli e il presidente di Estra Francesco Macrí in seguito all'affaire che due estate fa ha scosso la città.

L'inchiesta, partita dalle "consulenze d'oro" che Coingas aveva stipulato con lo studio legale fiorentino Olivetti Rason, si è poi ramificata e ha dato origine ad altri due filoni d'indagine. Uno riguarda la nomina di Francesco Macrì alla presidenza di Estra. L'altro è legato ai retroscena del conferimento della nomina di Luca Amendola alla presidenza di Arezzo Multiservizi e vede anche l'entrata in scena del consigliere comunale Roberto Bardelli e il presidente di Arezzo Casa Lorenzo Roggi. 

L'udienza preliminare si è conclusa con le condanne di Sergio Staderini  - a 1 anno e 4 mesi - e dell'avvocato Jacopo Bigiarini. Entrambi avevano optato per il rito abbreviato. Rito ordinario invece per gli altri 11 imputati.  I reati di cui sono accusati a vario titolo spaziano dal peculato, al favoreggiamento e all'abuso d'ufficio.

Alcuni capi di imputazione durante l'udienza preliminare hanno subito delle modifiche o integrazioni. Il sindaco Alessandro Ghinelli ha visto cadere un'imputazione per abuso d'ufficio per l'episodio delle perdite che avrebbero avuto gli altri comuni soci dall'appostamento a bilancio delle consulenze d'oro. Un capo di imputazione sul quale anche il Pm Rossi aveva fatto un passo indietro, visto che una recente normativa lo ha fatto decadere. Pertanto il primo cittadino sarà adesso imputato per favoreggiamento (per le consulenze d'oro e per la vicenda Multiservizi) e per abuso d'ufficio. Il presidente di Estra Francesco Macrì, inizialmente accusato solo di abuso d'ufficio, andrà a processo anche per di concorso in peculato in seguito ad una integrazione avvenuta durante l'udienza preliminare su istanza del pm Rossi. Derubricate le imputazioni per il filone Multiservizi, nel quale sono coinvolti  il consigliere comunale Roberto Bardelli, l'ex presidente di Multiservizi Luca Amendola e il presidente di Arezzo Casa Lorenzo Roggi. Per loro un'accusa più lieve: non più corruzione, ma traffico di influenze. 

Caso Coingas, le tappe dell'inchiesta

Gli altri imputati sono il legale fiorentino Pier Ettore Olivetti Rason, l'assessore Alberto Merelli, il commercialista Marco Cocci, Mara Cacioli (ex dipendente in pensione di Coingas), l'avvocato del comune di Arezzo Stefano Pasquini.

Nomi eccellenti anche per quanto riguarda i testi chiamati a deporre dalla procura. La lista presentata dal procuratore capo Roberto Rossi conta 32 nomi. Tra questi ci sono quelli dei parlamentari Maurizio D'Ettore e Stefano Mugnai (ex Forza Italia, adesso entrambi in Coraggio Italia), dei sindaci di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, di Lucignano, Monica Casini, e di Monterchi, Alfredo Romanelli. In aula a deporre anche gli ex primi cittadini di Civitella della Chiana, Ginetta Menchetti, e di Sansepolcro, Mauro Cornioli.

L'udienza odierna si concentrerà sulla costituzione delle parti civili. Rispetto all'udienza preliminare sarà presente anche il comune di Castiglion Fiorentino che va ad affiancarsi agli altri 15 che sono: Lucignano, Civitella in Valdichiana, Monte San Savino, Foiano della Chiana, Marciano della Chiana, Chiusi della Verna, Montemignaio, Poppi, Pratovecchio Stia, Chitignano, Talla. Sansepolcro, Subbiano e Capolona. Nessun passo invece sarebbe stato fatto dal comune di Arezzo che più volte ha annunciato di attendere l'esito del procedimento per puoi muoversi in ambito civile. 

Questa mattina, di fronte al collegio presieduto da Ada Grignani e composto dai giudici   Michele Nisticò e Isa Salerno, sono atteste anche le tante eccezioni che potrebbero presentare il legali difensori. Poi il vero via al processo. Che sarà al centro dell'attenzione per mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Coingas, parte il processo: Ghinelli alla sbarra con Macrì e altri 9 imputati

ArezzoNotizie è in caricamento