Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Caso Coingas, legale "restituisce" assegno da 14mila euro: era l'importo di una delle consulenze incriminate

Jacopo Bigiarini avrebbe inviato a Coingas un assegno pari all'importo della consulenza che gli è costata l'accusa di peculato

Un assegno circolare del valore di 14mila 560 euro, pari all'importo della consulenza del quale era incaricato, è stato inviato dall’avvocato fiorentino Jacopo Bigiarini a Coingas. Sarebbe una sorta di risarcimento, riporta oggi il Corriere di Arezzo, che il legale fiorentino ha inviato alla partecipata in attesa dell'udienza di martedì prossimo, quando di fronte al gip Claudio Lara saranno definiti i due riti abbreviati: quello di Bigiarini e quello di Sergio Staderini.

La consulenza di Bigiarini risale al 2019 ed è per questa convenzione che il legale si trova accusato di peculato. Secondo la Procura, infatti, non sarebbe stato un compenso "reale" per attività effettivamente svolte, ma di un'operazione di comodo. In pratica la consulenza sarebbe stata solo un modo per far passare denaro da Coingas allo studio di Olivetti Rason. Soldi che - stando alla tesi dell'accusa - sarebbe servita per permettere l’assunzione nello studio legale Olivetti Rason di una avvocatessa legata al direttore di una prestigiosa testata giornalistica toscana. L'obiettivo? Stando a quanto ricostruito dal procuratore Roberto Rossi, quello di ottenere "buona stampa" per il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli. 

La teoria della procura prende spunto dalle intercettazioni - e in seguito dalle dichiarazioni - di Sergio Staderini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Coingas, legale "restituisce" assegno da 14mila euro: era l'importo di una delle consulenze incriminate

ArezzoNotizie è in caricamento