Cronaca

Forte uso di antidepressivi e sonniferi, alto indice di vecchiaia. La qualità della vita si misura anche con i casi Covid

Una posizione medio bassa che sta a indicare un'incidenza sopra la media nazionale misurata su 107 province con Cagliari sul primo gradino del podio e Alessandria ultima

Alto uso di calmanti e sonniferi, altissimo quello degli antidepressivi. E' anche per questi due dati che la provincia di Arezzo è 77esima in Italia nella classifica specifica sulla demografia e la società. Un capitolo dettagliato, con 15 indicatori che concorrono alla classifica generale sulla qualità della vita. E l'uso di questi farmaci è un sintomo da non sottovalutare. I dati sono riferiti al 2019 a parte del 2020 e, pensando all'arrivo del Covid in Italia, al lockdown di primavera, ai periodi di restrizione che non sono ancora finiti, è presumibile che potrebbero peggiorare.

Il dato peggiore è proprio quello del consumo di farmaci per la depressione che pone Arezzo 96esima in Italia su 107 province. Segue quello su calmanti e sonniferi (posizione numero 88). Non è buono nemmeno l'indice di vecchiaia che pone Arezzo 79esima.

Agli estremi opposti e quindi con indicatori che danno un buon risultato per Arezzo c'è il tasso di mortalità che la pone 17esima e il numero di infermieri ogni 100mila abitanti per il quale ricopre la posizione numero 20. Ventisette è il posto occupato per la densità abitativa. 

Per la prima volta è stato inserito l'indicatore dei casi Covid 19. "Non c’è dubbio che quest’anno a pesare sulla qualità della vita degli italiani sia soprattutto la pandemia: i casi di contagio da coronavirus, registrati in modo differente sul territorio, hanno esercitato un impatto differente sui sistemi sanitari, sulle vite e sulla quotidianità delle persone. Ecco perché si è deciso di utilizzare l’indicatore «Casi Covid-19 ogni 1000 abitanti» pesandolo, per la prima volta nella storia dell’indagine, doppio rispetto agli altri: in pratica, se ogni parametro vale 1/90°, i punti di questa classifica invece valgono il doppio sulla media totale" spiegano dalla redazione del Sole 24 ore.

Arezzo si pone in questa classifica 66esima.

Negli altri punteggi intermedi ci sono altri otto indicatori: posizione 68 in classifica per il consumo di farmaci per il diabete, 62esima per quelli per l'ipertensione, 60esima per le nuove iscrizioni anagrafiche ogni mille abitanti, 51esima per il numero di medici di medicina generale attivi ogni mille abitanti e 50esima per i colleghi pediatri, 44esimo posto per il tasso di natalità, 43esimo per le cancellazioni anagrafiche e 40esimo per il consumo di farmaci per asma e broncospasmo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forte uso di antidepressivi e sonniferi, alto indice di vecchiaia. La qualità della vita si misura anche con i casi Covid

ArezzoNotizie è in caricamento