rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Mancano agenti al carcere di Arezzo. L'appello dei sindacati: "Così la sicurezza è a rischio"

I coordinatori provinciali della Fns Cisl polizia penitenziaria si rivolgono alla prefetta e alle istituzioni affinché venga trovata una soluzione alla carenza di personale

Vestire i panni dell’agente di polizia penitenziaria non è stato mai un lavoro semplice. Ma oggi, in seguito all’incremento dei casi Covid e con le vecchie problematiche di carenza di personale, gestire la situazione all’interno della casa circondariale di Arezzo è diventato ancora più arduo. A denunciare lo stato di grave difficoltà sono i coordinatori Fns Cisl polizia penitenziaria di Arezzo, David Mencarelli e Alfonso Galeota“Quello che i lavoratori di questo delicato comparto stanno vivendo - spiegano - non è cosa nuova ma, adesso, la situazione è diventata gravissima”. Secondo quanto sottolineato dai rappresentanti sindacali, da tempo è stata “sollecitata l’amministrazione centrale e le istituzioni affinché venissero trovate soluzioni alla carenza di personale ma, evidentemente, Arezzo non gode di considerazione”. A rendere impossibile il normale svolgimento del lavoro all’interno della casa circondariale sarebbe la continua carenza di agenti abili al servizio. “Da tempo - proseguono Mencarelli e Galeota - stiamo denunciando che il poco personale rimasto in servizio è insufficiente ad assicurare sicurezza all’interno della struttura aretina. Molti colleghi hanno un carico di lavoro eccessivo con turni che vanno ben oltre le ore di servizio ordinarie. Con l’organico attualmente a disposizione, è sufficiente un’assenza per lutto o infezioni da Covid e il sistema che ha sempre retto gli urti, grazie alla buona volontà del personale, s’ingessa. Oggi il reparto di Arezzo è totalmente in crisi. Una crisi annunciata da tempo e alla quale non si è voluto porre rimedio e che ci rende difficile non pensare che il carcere di Arezzo è considerato una struttura di serie B. Ancora una volta ci appelliamo alle istituzioni, alla prefetta e all’amministrazione regionale affinché intervengano e si adoperino per risolvere la situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano agenti al carcere di Arezzo. L'appello dei sindacati: "Così la sicurezza è a rischio"

ArezzoNotizie è in caricamento