Carabinieri: un anno di interventi a servizio del territorio. I numeri del 2015

La media, per quanto riguarda solo il territorio comunale di Arezzo, è di due interventi al giorno. Sono in tutto ventisettemila le operazioni effettuate dai 48mila carabinieri che, nell’arco di un intero anno, hanno provveduto ad identificare...

 

La media, per quanto riguarda solo il territorio comunale di Arezzo, è di due interventi al giorno. Sono in tutto ventisettemila le operazioni effettuate dai 48mila carabinieri che, nell’arco di un intero anno, hanno provveduto ad identificare centomila persone identificate e 82mila mezzi.

I dati sono quelli riguardanti il 2015 e raccontano l’attività dei Carabinieri del comando provinciale di Arezzo. Un anno intenso durante il quale non sono affatto mancate le operazioni che hanno richiesto l’impiego dei militari aretini.

Il bilancio delle attività svolte è stato illustrato direttamente dal colonnello Luigi Arnaldo Cieri che guida l’intero comando provinciale. delitti_dettaglio “Si sta per concludere un anno particolarmente significativo – ha spiegato il colonnelloCieri – Soltanto nel capoluogo della provincia, il nostro personale è stato impegnato in ben 693 episodi specifici. Ovvero: due operazioni in media al giorno. Un apporto determinante nel settore preventivo è stato inoltre offerto dai Nuclei Operativi e Radiomobili delle quattro Compagnie, che hanno effettuato oltre 1.208 interventi. L’efficacia del dispositivo è accresciuta dalla attività di coordinamento delle pattuglie svolte dalle centrali operative, attestate rispettivamente presso le sedi di questo Comando Provinciale e delle dipendenti Compagnie che, attraverso il “112” – individuato come numero unico di emergenza europeo (NUE) – hanno assicurato la risposta alle oltre 71.105 richieste pervenute dai cittadini”.

Durante il report, particolare attenzione è stata riservata anche all’attività di prevenzione per la sicurezza sulle strade. Nel 2015, i servizi dedicati alla vigilanza stradale hanno richiesto l’impiego di oltre 3.984 pattuglie, che hanno accertato 2.797 infrazioni al codice della strada, mentre sul piano dell’infortunistica, sono stati rilevati 696 incidenti, che hanno causato il decesso di 4 persone e 227 feriti. Di rilievo è stato anche l’impegno nel settore dell’ordine pubblico, dove l’attività del Comando Provinciale di Arezzo si è sviluppata con impegno costante nei riguardi di fenomeni eterogenei, dalle manifestazioni di piazza a quelle sportive, per garantire un’adeguata cornice di sicurezza. L’impegno complessivo nello specifico settore nel capoluogo, ma soprattutto in provincia, dove l’arma opera in modo prevalente, si è concretizzato con l’esecuzione di 1.113 servizi con il complessivo impiego di 2.142 carabinieri e una media giornaliera di 6 militari.

“In tutto l’anno – prosegue Cieri – sono stati 8.606 i reati perseguiti di cui, 2390 scoperti. Gli arresti che abbiamo siglato sono 269 e le denunce 2404. L’impegno che cercheremo di mettere in campo anche per il prossimo anno – prosegue Cieri – è quello di massima attenzione verso furti e rapine che sono anche i più frequenti nel territorio aretino. Nel solo 2015 sono stati 4.548 i furti perseguiti di cui 269 scoperti. Le rapine invece sono in tutto 50 e sedici sono quelle che abbiamo scoperto e perseguito”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento