rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca San Giovanni Valdarno

Scassina i fontanelli portando con sé un fucile da caccia: 66enne arrestato

L’episodio è quello che si è verificato nel pomeriggio del 6 gennaio a Cascia di Reggello, frazione del comune valdarnese

Sono stati i carabinieri di Reggello ad arrestare e denunciare un 66enne di San Giovanni Valdarno per detenzione illegale di armi e furto aggravato.

L’episodio è quello che si è verificato nel pomeriggio del 6 gennaio a Cascia di Reggello, frazione del comune valdarnese. Qui i militari sono intervenuti su richiesta di alcuni residenti della zona che, poco prima, avevano notato la cassa del fontanello di acqua pubblica completamente aperta e “ripulita” dal denaro. Dopo aver raccolto le prime indicazioni sul posto i carabinieri hanno avviato un’accurata indagine per risalire all’identità dell’autore del furto.

Poco dopo, nei pressi di un altro montanello del comune, è stata localizzata un’auto simile a quella delle descrizioni fatte dai testimoni oculari del primo furto. Il proprietario è stato immediatamente sottoposto a controllo così come il veicolo. Qui sono state trovate le monete asportate dal distributore di Cascia, attrezzi da scasso, piedi di porco e cesoie per ferro, nonché un fucile monocanna calibro 24 privo di matricola con numerose munizioni. “La successiva perquisizione presso la residenza dell’interessato - spiegano i militari - ha permesso di trovare un altro fucile da caccia ed altre munizioni. Da accertamenti è emerso come le armi e i proiettili fossero stati rubati in precedenza”. Ulteriori accertamenti hanno permesso di appurare che il 66enne non aveva il porto d’armi in quanto destinatario di un provvedimento della Prefettura di Arezzo di divieto detenzione armi e munizioni. Per questo motivo è stato arrestato e costretto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scassina i fontanelli portando con sé un fucile da caccia: 66enne arrestato

ArezzoNotizie è in caricamento