rotate-mobile
Cronaca Bucine

Capanno da caccia trasformato in ristorante: parte la demolizione

La vicenda è quella che era balzata agli onori della cronaca lo scorso dicembre. A finire nei guai alcuni cacciatori

Avrebbe dovuto essere semplicemente un capanno da caccia ma, in realtà, spesso si trasformava in ristorante accogliendo una cerchia riservata di avventori. Sarà demolita la struttura che, lo scorso dicembre, i carabinieri del reparto forestale della sezione polizia giudiziaria di Arezzo avevano confiscato. A stabilirlo, come riporta La Nazione di Arezzo, è un'ordinanza del sindaco di Bucine, Nicola Benini, il quale ha intimato la rimozione della struttura entro 90 giorni. In aggiunta, gli autori dell’abuso edilizio dovranno pagare una sanzione pecuniaria di mille euro. In caso di inottemperanza, l’area verrà acquisita dal Comune.

Come detto la vicenda risale a fine dell'anno scorso. In seguito ad alcune attività di controllo nel territorio comunale di Bucine, i carabinieri forestali individuarono la struttura che, anziché presentarsi come un deposito come indicato nelle pratiche presentate agli uffici comunali, aveva tutte le caratteristiche di un vero edificio in muratura. Dopo il sequestro da parte dei militari, l'ufficio tecnico comunale si è adoperato non solo per confermare l'abusività della struttura ma, anche, per dare seguito alle pratiche necessarie al ripristino dell'area. A finire nei guai sono stati i rappresentanti legali di due squadre di caccia al cinghiale che sono stati denunciati all'autorità giudiziaria "per aver realizzato lavori, opere e manufatti in totale difformità dal titolo edilizio presentato al Suap di Bucine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capanno da caccia trasformato in ristorante: parte la demolizione

ArezzoNotizie è in caricamento