Cronaca

Calciatore morto nell'incidente, una perizia per risolvere il mistero della quarta auto

Le indagini hanno accertato che sulla strada si trovava una Porsche. Due persone, un 23enne e un 53enne, sono iscritte nel registro degli indagati per omicidio stradale

Gianmarco Brandini (foto Bucinese)

La quarta auto sulla carreggiata potrebbe aver avuto un ruolo sull'incidente nel quale ha perso la vita Gianmarco Brandini? La risposta potrebbe arrivare da una perizia. E' stato conferito ieri dalla Procura di Arezzo l'incarico al perito Fabio Canè, che dovrà ricostruire in modo dettagliato la dinamica dell'incidente facendo luce così si quello che, fin dalle prime ore dell'incidente, è apparso come un mistero

L'incidente

Era la sera del 28 maggio quando lungo la strada provinciale 5 della Penna, nel comune di Terranuova Bracciolini, avvenne il terribile schianto in cui perse la vita il 21enne.  L'auto del giovane (una Mazda), secondo la ricostruzione degli inquirenti, finì di traverso sulla carreggiata e fu travolta in pieno da una Ford. Poi sopraggiunse una terza auto che colpì le prime due. 

Ma dagli accertamenti svolti dai Carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno emerse anche la presenza di una Porsche su quel tratto di strada. 

Gianmarco Brandini riportò lesioni gravissime, a nulla valsero i tentativi di salvarlo. 

L'inchiesta

La procura di Arezzo, come sempre accade in seguito ad incidenti così drammatici, ha aperto un fascicolo: l'ipotesi di reato è omicidio stradale. Iscritti sul registro degli indagati, come atto dovuto, ci sono due persone: il 23enne che era alla guida della Ford e un 53enne che era al volante dell'auto di grossa cilindrata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciatore morto nell'incidente, una perizia per risolvere il mistero della quarta auto

ArezzoNotizie è in caricamento