rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Marchionna / Via Francesco Redi, 13

"Cagnolina aggredita da grosso cane e uccisa", le indagini dei carabinieri e l'appello di Enpa

Enpa: "Notizie di aggressioni di cani lasciati liberi anche dal parco Giotto: c'è una legge va fatta rispettare"

Un drammatico epiosodio si è verificato nei giorni scorsi al parco di Villa Severi. Un grosso cane, che pare corresse liberamento, ha azzannato una cagnolina maltese. La cagnetta è morta per la grave ferita, mentre l'altro esemplare sarebbe stato ripreso dalla proprietaria che si sarebbe in seguito allontanata.

I carabinieri stanno indagando sulla vicenda seguito alla denuncia della proprietaria della cagnolina che ha perso la vita. I militari stanno cercando di identificare la proprietaria dell'altro cane. 

Sulla vicenda è intervenuto con una nota anche Enpa, che pone l'attenzione su un fenomeno purtroppo diffuso. 

"Abbiamo appreso con rammarico la notizia del decesso di una piccola cagnolina a seguito di morsicatura di cane di grossa taglia. Non è certamente il primo episodio purtroppo e ci continuano ad arrivare segnalazioni di privati cittadini anche al Parco Giotto lato via XXV Aprile. Più volte abbiamo evidenziato alle forze dell’ordine sia Comunali che di Stato, che esiste un buon regolamento animali del Comune di Arezzo dove all’articolo 7 punto 6 si riporta testualmente "Qualora l’animale con il suo comportamento libero sia di pericolo a se stesso o ad altri, il suo proprietario o detentore a qualsiasi titolo,non deve, neanche momentaneamente, sia in aree pubbliche che private ad accesso pubblico, lasciarlo libero, o non custodito con le debite cautele, e neppure affidarne la custodia a persone inesperte". Questo articolo è in linea sia con la Normativa nazionale che Regionale Auspichiamo quindi una maggior cultura del possesso responsabile tramite appositi corsi formativi, rivolti ai proprietari dei cani iscritti nel Registro Morsicatori ed un maggior controllo da parte della Polizia Municipale e di Stato affinché sia applicato il vigente Regolamento Comunale. Esprimo a nome di tutta la Sezione Enpa, la nostra vicinanza alla famiglia della piccola maltese".

Sulla vicenda è intervenuta anche l'assessore Giovanna Carlettini: "Quanto accaduto a Villa Severi mi riempie di tristezza. Sono vicina alla signora proprietaria del cagnolino azzannato e ucciso e penso di comprenderne appieno il dolore. Si tratta di un episodio molto grave, che rende necessaria una riflessione circa un maggiore impegno da parte di tutti alla comunicazione e al controllo del rispetto delle regole che i proprietari degli animali sono chiamati a rispettare. Faccio quindi un appello a tutte le forze dell'ordine perchè vigilino attentamente e perchè, nel caso di specie, riescano presto ad individuare il responsabile di quanto accaduto, e allo stesso modo mi rivolgo a tutti i proprietari perchè si occupino dei loro animali con maggiore consapevolezza e responsabilità. L'Amministrazione in questi anni ha dato dimostrazione di prestare grande attenzione al mondo dei nostri amici a quattro zampe con interventi puntuali e concreti. L'ultimo in ordine di tempo sarà discusso nel prossimo consiglio comunale, dove presenterò un regolamento per l'accesso e l'utilizzo delle aree di sgambatura presenti nei nostri parchi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cagnolina aggredita da grosso cane e uccisa", le indagini dei carabinieri e l'appello di Enpa

ArezzoNotizie è in caricamento