Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Cacciatore in arresto cardiaco, migliorano le condizioni: dimesso dalla rianimazione, nessun danno cerebrale

E' fuori pericolo: stubato e dimesso dalla rianimazione, sta meglio il cacciatore che domenica scorsa era finito in arresto cardiaco durante una battuta di caccia. Le sue condizioni, spiega la Asl, sono buone e grazie all'ottoma collaborazione e al buon funzionamento della rete di emergenza, l'uomo non ha riportato danni cerebrali.

Il cacciatore di 65 anni era andato in arresto cardiaco lo scorso 23 dicembre,  mentre si trovava nella zona di caccia di Poppi con la sua squadra. Sono stati i colleghi a chiamre il 118 poco prima delle 13 e a ricevere le prime istruzioni al telefono per praticare il massaggio cardiaco in attesa dei soccorsi. Nel frattempo l'ambulanza blsd ha raggiunto il luogo dove si trovava:  defibrillato, ha ripreso  coscienza in ambulanza. Poi è stato trasferito con Pegaso a Careggi in codice rosso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacciatore in arresto cardiaco, migliorano le condizioni: dimesso dalla rianimazione, nessun danno cerebrale

ArezzoNotizie è in caricamento