"Caccia ai clienti nelle strade del centro, poi le cessioni nel boschetto sotto la Fortezza", così i residenti hanno sventato lo spaccio

Le segnalazioni dei cittadini ci Colcitrone hanno permesse di interrompere un traffico che andava avanti da tempo. Tra gli assuntori anche giovanissimi

L'albero sotto al quale è stato ritrovato hashish

Il tragitto da percorrere per incrociarli era noto ai loro clienti. Ma alla fine anche i residenti del quartiere di Colcitrone hanno capito che quella ricerca di persone nelle stradine che si intersecano nel cuore della città era sospetta. E i Carabinieri, una volta ricevuta la segnalazione da parte dei cittadini non ci hanno messo molto a scoprire il metodo di spaccio messo in piedi dai tre denunciati l'altro ieri. 

I tre presunti spacciatori, infatti, avevano come "base", un giardinetto all'interno del quartiere: era proprio sotto ad una pianta, tra le radici, che interravano l'hashish. Ma poi si muovevano alla ricerca dei "clienti", che sapevano già dove trovarli o dove farsi trovare. 

E così la "processione" alla ricerca delle sostanze partiva da piazza Sant'Agostino e si inerpicava verso il centro del quartiere passando da via Bruno Buozzi. Una volta che si incontravano, pusher e consumatori, si avviavano verso la fortezza. Passavano di fronte ad Arezzo Mulitiservizi e si avventuravano nel boschetto che si trova tra la Fortezza e il cimitero. Qui solitamente avveniva la cessione e anche il consumo degli stupefacenti. 

I militari della Compagnia di Arezzo, guidati da Pierfrancesco Di Carlo, hanno intuito subito dove andavano a parare quei movimenti sospetti segnalati dai residenti. E sono passati all'azione. Osservazione, pedinamenti, ma anche l'aiuto di un cane antidroga che ha permesso di dissotterrare la droga, sono stati gli elementi fondamentali di questa operazione. 

Lontano dal Pionta, si avventuravano consumatori "storici", da tempo conosciuti dalle forze dell'ordine, ma anche ventenni e giovanissimi alle prime esperienze con le sostanze. 

Adesso il traffico è stato interrotto ed il modus operandi scoperto. E un quartiere si riappropria della sua tranquillita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento